Welfare e Bari Social Book: inaugurati 5 nuovi spazi sociali per leggere

0
204

INAUGURATI 5 NUOVI SPAZI SOCIALI PER LEGGERE
DELLA BIBLIOTECA POPOLARE DIFFUSA PROMOSSI DAL WELFARE E DA #BARISOCIALBOOK
PERSENTATA L’ANTEPRIMA DEL FESTIVAL DEL LIBRO SOCIALE
E DI COMUNITÀ

Sono stati inaugurati nel pomeriggio i cinque nuovi Spazi sociali per leggere, luoghi di incontro, accoglienza e cura nati con l’obiettivo di sostenere la costruzione di comunità educanti legate al mondo dell’infanzia, dell’adolescenza e delle famiglie e che costituiranno la prima Biblioteca popolare diffusa della città.
Si tratta di un’iniziativa promossa dall’assessorato al Welfare nell’ambito del progetto Bari Social Book finanziato dal Cepell e dal Comune di Bari con il bando “Città che legge” e gestito dalle cooperative sociali Progetto Città e Aliante e dall’associazione IDEE Felicità contagiosa.
Ciascuno dei cinque presidi sarà caratterizzato da un tema specifico: il Lascito Garofalo, in via Indipendenza a Palese, sarà dedicato alle “pari opportunità, differenze di genere e contrasto degli stereotipi”; il centro Chiccolino, in via lungomare IX Maggio a San Girolamo, al tema “città e diritti”; l’Opera San Nicola, in via Manzoni a Carbonara, alla “cura e affettività”; la Casa del Popolo, in via Celentano a Madonnella, sarà specializzato sulla “legalità”; Ortodomingo, in via Lucarelli a Poggiofranco, disporrà di testi su “ecologia e sviluppo sostenibile” in rete con la Biblioteca dei Ragazzi[e]. A questi spazi si aggiungono Bari Social Boat (la biblioteca a bordo della barca a vela sequestrata alle mafie e riqualificata grazie all’accordo con il Ministero della Giustizia) e la rete delle Biblioteche di genere, la cui presentazione è in programma nei prossimi giorni.
Presenti in tutti i Municipi, gli Spazi sociali per leggere saranno accessibili a tutti. La Biblioteca popolare diffusa parte con un patrimonio librario di oltre 1.200 testi distribuiti equamente e secondo le diverse tematiche negli Spazi sociali per leggere.
L’Opera San Nicola sarà aperta il mercoledì e il giovedì, dalle ore 17 alle 19, Ortodomingo il mercoledì e il sabato, dalle ore 10 alle 12, Lascito Garofalo il mercoledì e il venerdì, dalle ore 15.30 alle 19.30, la Casa del Popolo il lunedì e il venerdì, dalle ore 17 alle 19, il centro Chiccolino il martedì e il sabato, dalle ore 17.30 alle 19.30 mentre Bari Social Boat sarà accessibile il sabato dalle ore 10 alle 12.
“Questo è un progetto su cui stiamo lavorando da tempo assieme alle realtà della rete Bari Social Book e alle cooperative coinvolte – dichiara l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -. È una grande soddisfazione poter inaugurare questi nuovi spazi a disposizione dei cittadini, nati per far sì che i libri possano diventare strumento di relazione e di dialogo, fattori fondamentali per la crescita e la coesione sociale della nostra comunità offrendo a tutti, cittadini e cittadine, adulti e minori, un accesso libero e democratico al libro. I cinque nuovi Spazi sociali per leggere si aggiungono ai quindici creati in questi anni dall’assessorato al Welfare e dalle reti territoriali. Vogliamo consolidare e incrementare le azioni di cura in favore delle persone più fragili, valorizzando le buone pratiche di promozione della lettura attraverso il protagonismo dei cittadini e una partecipazione nata dal basso. Nei prossimi mesi sigleremo anche la sottoscrizione del primo patto della lettura della città di Bari con le oltre 100 realtà che in questi anni hanno lavorato in rete per questi obiettivi”.

Nel corso dell’inaugurazione, è stata presentata anche l’anteprima del “Festival del Libro Sociale e di Comunità” che nei prossimi giorni ospiterà incontri e presentazioni con gli autori, privilegiando case editrici e scrittori del territorio.
Di seguito il programma dell’iniziativa:
• venerdì 26 giugno, negli spazi del Lascito Garofalo, a Palese, incontro con Onofrio Pagone per la presentazione di “Più di una regina”
• lunedì 29 giugno, nella Casa del popolo, a Madonnella, incontro con Gianmarco De Francisco per la presentazione di “Ragazzi di scorta”
• martedì 30 giugno, nel centro Chiccolino, a San Girolamo, incontro con Luciano Pegorari per la presentazione di “Le avventure dell’allegro fiammiferaio”
• mercoledì 1° luglio, ad Ortodomingo, incontro con Annapaola Digiuseppe per la presentazione di “Il lino delle fate”
• giovedì 2 luglio, negli spazi dell’Opera San Nicola, incontro con Cinzia Ponticelli per la presentazione di “Con gli occhi dei bambini. Manuale per apprendisti genitori (0-5 anni)”.

Nel rispetto delle attuali direttive a contrasto dell’emergenza sanitaria, l’ingresso all’interno degli Spazi sociali per leggere sarà contingentato per ottemperare in particolare a quanto previsto dall’Ordinanza regionale 243 del 24 maggio 2020 che definisce le linee guida per l’eccesso e il funzionamento delle biblioteche.

Di seguito le regole valide per tutti gli Spazi sociali per leggere:
• si accede dopo aver concordato un appuntamento in base a un programma di accessi che preveda un numero massimo di visitatori nel rispetto del distanziamento fisico di almeno 1 metro
• i visitatori possono entrare solo se indossano la mascherina
• prima d’entrare nei locali i visitatori sono tenuti a disinfettare le mani con le soluzioni idro-alcoliche disponibili in prossimità dell’ingresso
• è obbligatorio garantire un distanziamento interpersonale di almeno 1 metro.

Queste le modalità previste per le diverse attività:
• il prestito sarà garantito, ma i libri che vengono restituiti non potranno essere dati nuovamente in prestito prima di 10 giorni (termine di “quarantena” previsto dal Ministero dei Beni Culturali
• la consultazione dei libri potrà essere effettuata solo dopo aver igienizzato le mani e comunque indossando una mascherina
• gli eventi in presenza con gli autori saranno realizzati esclusivamente negli spazi esterni al presidio e sempre nel rispetto del distanziamento sociale.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO