L’Orchestra sinfonica metropolitana di Bari torna a suonare dal vivo: Acquaviva, Bitonto, Polignano a Mare e Ruvo di Puglia

0
384

A partire da oggi, mercoledì 17 giugno, l’Orchestra sinfonica metropolitana riprende la sua attività con i concerti dal vivo.

Si comincia stasera, alle ore 18.00, nel piazzale antistante l’ingresso del reparto Covid dell’Ospedale Generale Regionale “F. Miulli” di Acquaviva della Fonti, con un concerto dedicato al personale amministrativo, medico ed infermieristico che ha operato durante l’emergenza sanitaria.

Il concerto della ripresa delle attività dell’Ico, nel rispetto di tutte le prescrizioni, coincide con un profondo ringraziamento che il sindaco metropolitano Antonio Decaro e la consigliera delegata ai Beni culturali, Francesca Pietroforte, hanno voluto dedicare ai protagonisti della lotta al Covid, in un luogo simbolico, quale appunto l’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti, tra i principali centri Covid della Puglia allestiti durante dell’emergenza.

Per l’occasione l’Orchestra, diretta dal maestro, Vito Clemente, eseguirà musiche di Traetta, Furleo Semeraro, La Rotella, Aguiar e Morricone-Anselmi.

Questa nuova produzione dal titolo “Allegro, ma non troppo”, sarà replicata domani, giovedì 18 giugno, alle ore 21.00, nell’atrio della Cattedrale di Bitonto, il 19 giugno, alle ore 20.00, nell’atrio del Museo Pino Pascali a Polignano a mare e il 20 giugno, alle ore 20.00, nel piazzale della Parrocchia S. Michele Arcangelo di Ruvo di Puglia.

Si tratta della prima produzione dal vivo dell’Orchestra sinfonica metropolitana che, anche durante il periodo di lockdown, ha lavorato in smart working e non ha mai smesso di accompagnare il suo pubblico e l’intera comunità con concerti “virtuali” dedicati a vari generi musicali attraverso i canali social istituzionali dell’Ente.

Ufficio stampa Citta Metropolitana di Bari

Redazione

LASCIA UN COMMENTO