Emergenza Covid-19, ai lavoratori Amiu Puglia Unità Operativa Bari: lettera della Cisl

0
322

AMIU BARI EMERGENZA SANITARIA COVID-19 SIAMO LAVORATORI AL SERVIZIO DELLA COLLETTIVITÀ, NON EROI MA NEMMENO MARTIRI.

A tutti i Lavoratori Amiu Puglia Unità Operativa di Bari

Ci piacerebbe moltissimo scrivervi che ben presto ritorneremo alla nostra quotidianità, alla normalità, ci piacerebbe moltissimo dirvi che finalmente il Mondo è libero da questo Covid-19, ma purtroppo non è così.

Questo Virus ci ha colpito pesantemente e da vicino, sicuramente abbiamo tutti avuto bassa la guardia, sicuramente potevamo limitare i danni se fossimo stati più attenti, più previdenti e più tempestivi.

Oggi alcuni nostri amici colleghi stanno lottando contro questo acerrimo nemico invisibile e infimo, che ha destato paura e timore tra tutti noi, ancor più se lavorando ci si sente abbandonati al rischio di contagio.

E la paura non è solo quella di contrarre questo maledetto Virus, ma c’è un maestoso senso di paura che è quello di portare questa malattia nelle nostre case, dai nostri cari, dai nostri familiari.

Oggi la nostra Amiu Puglia conta 150 assenze per malattia e ferie su un totale di poco meno di 800 dipendenti: sono state prese iniziative drastiche per ridurre il più possibile il numero di dipendenti presenti in ogni Unità Operativa, stiamo adottando con l’Azienda tutte le possibili precauzioni anti-contagio.

Prendiamo atto, nostro malgrado nei confronti dei cittadini baresi, che siamo stati accolti nella nostra proposta di rivoluzionare temporaneamente il calendario della raccolta Porta a Porta per far fronte a questa carenza di personale, dando più urgenza alla raccolta della frazione dei rifiuti più delicati (organico-non riciclabile-plastica), tralasciando non perché poco importanti altri (carta-vetro).

A ciò si aggiunge che è stata attivata una polizza assicurativa a carico dell’Azienda in favore dei dipendenti contagiati.

E’ un sacrificio, è una prova di coraggio! Siamo tutti chiamati a dare il nostro contributo, Istituzioni, Azienda, Sindacato e soprattutto noi lavoratori, perché siamo quotidianamente sul campo anche noi, ci siamo sempre.

Ma purtroppo sacrificio e coraggio non bastano, c’è la necessità che tutti (Comune-Azienda-Sindacato-Lavoratori e Cittadini Baresi) collaborino sinergicamente.

I lavoratori di Amiu Puglia di Bari sono pronti, ma ci devono essere i presupposti giusti per garantire la salute e la sicurezza sul lavoro. Ad oggi gli stessi lavoratori hanno lavorato con senso di abnegazione e hanno raccolto i rifiuti in città, con la consapevolezza che si potevano imbattere nella circostanza di raccogliere rifiuti da persone sfortunatamente contagiate, a cui va tutta la nostra solidarietà.

Lo spirito di sacrificio e coraggio non durerà molto se non si avrà un impegno massimo per garantire la salute degli operatori in servizio e delle loro famiglie che a fine turno li aspettano a casa con tanta preoccupazione di un rischio da contagio elevatissimo. Serve un stimolo in più da parte del Comune e dell’Azienda affinché ogni lavoratrice e ogni lavoratore continui a prestare servizio per l’Azienda e per la Città di Bari con quella dose di maggior coraggio e di maggior sacrificio che questa situazione drammatica richiede ad ogni attività a rischio contagio.

Per questo chiediamo un confronto e una collaborazione condivisa, attraverso una contrattazione tra le rappresentanze sindacali e il Comune di Bari.

Gli Operatori di Amiu Puglia sono e saranno sempre in prima linea.

SERVE CORAGGIO, SACRIFICIO E SENSO DI RESPONSABILITA’ DA PARTE DI TUTTI PER IL MANDATO RICEVUTO O PER LA PRESTAZIONE LAVORATIVA DOVUTA.

I DIPENDENTI AMIU DI BARI NON VOGLIONO ESSERE RICONOSCIUTI DOMANI COME DEGLI EROI MARTIRI DI QUESTA PANDEMIA, MA VOGLIONO CONTINUARE A VIVERE IN SALUTE PER ESSERE AL SERVIZIO DELLA COLLETTIVITA’ BARESE,  !!

 NOI CI SIAMO E CI SAREMO!!

  Ufficio Stampa


Biofarma

LASCIA UN COMMENTO