Ordine degli Architetti della Provincia di Bari: la nota dei consiglieri dimissionari

0
383

In relazione al contenuto del comunicato stampa giunto alla nostra redazione in data 13 marzo 2020 con oggetto “L’Ordine degli Architetti di Bari verso il commissariamento” e regolarmente pubblicato, si riporta integralmente ulteriore comunicato giunto via Pec e a firma dell’architetto Andrea Fiume, in nome e per conto dei sottoscrittori. 

COMUNICATO STAMPA
A seguito di ripetute comunicazioni a tutti gli Iscritti all’Ordine degli Architetti PPC di Bari, giunte utilizzando in modo improprio i canali istituzionali, e alle “personali e strumentali interpretazioni” delle dimissioni della maggioranza dei Consiglieri che circolano sulle “varie vetrine web” e su vari Organi di Stampa, sono necessarie alcune doverose precisazioni:
• Il documento delle dimissioni degli otto Consiglieri dell’organo di autogoverno professionale locale (Provincia di Bari) è stato sottoscritto il 6 marzo e inviato via PEC in pari data al CNAPPC e all’Ordine degli Architetti PPC di Bari, alcuni giorni prima che fossero emessi i DPCM che hanno decretato lo stato di emergenza su tutto il territorio nazionale;
• La sottoscrizione delle dimissioni è stato un “atto doloroso” compiuto con il necessario rigore per tutelare tutti gli Iscritti in virtù di decisioni e azioni che il “direttivo” ha assunto esautorando il Consiglio dalla discussione di fondamentali questioni su cui aleggiano dubbi di legittimità, e ciò nonostante i ripetuti e inascoltati appelli e documenti, firmati anche da altri “consiglieri”, il cui obiettivo da mesi era modificare un censurabile modus operandi diventato consuetudine;
• La consapevolezza del momento particolare che l’intero paese sta vivendo e di cui noi siamo del tutto partecipi, spinge verso un tempestivo commissariamento dell’istituzione Ordine per consentire a tutti gli Iscritti di conoscerne la conduzione effettuata negli ultimi mesi attraverso fatti, circostanze e responsabilità accertate in maniera imparziale, come tanti auspicano;
• Confidiamo, infine, che ci sia un comportamento consono con l’etica e la deontologia professionale e istituzionale da parte del “direttivo” e degli altri “consiglieri”, i quali è opportuno si astengano dall’uso di parole quali “irresponsabili” e “assenteisti”.

Bari, 15 marzo 2020

 

I Consiglieri dimissionari Andrea FIUME
Cosimo SPAGNULO
Fonte Marilena INGRASSIA
Lorenzo NETTI
Francesco CALIA
Giorgio SKOFF
Francesco GIAMPETRUZZI
Anna VELLA

Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO