A Crispiano si rivive il Varietà, con sketch e musica dal vivo

0
325

Sabato 29 febbraio al teatro comunale di Crispiano (Ta) l’associazione culturale Sirio, con il patrocinio del Comune di Crispiano, porterà in scena lo spettacolo “Alla moda del varietà”, scritto e interpretato da Antonella Carone, Loris Leoci e Tony Marzolla.

 

In scena i tre attori conducono un viaggio nel secolo scorso, nell’universo luccicante e spensierato del varietà, ovvero quel genere di spettacolo teatrale di carattere leggero nato alla fine del XIX secolo a Napoli come imitazione del Cafè chantant francese, spettacolo nel quale si eseguivano piccole rappresentazioni teatrali e numeri di arte varia. Sarà un amarcord eccentrico, fatto di poesia e risate d’altri tempi, nel quale la Carone e i suoi compagni di viaggio non saranno solo attori ma anche abili trasformisti, versatili musicisti, duettisti, ballerini e persino fini dicitori.
“Questo spettacolo – ha affermato Antonella Carone – è un carosello che ripropone, reinterpretando e in parte riscrivendo, alcuni cavalli di battaglia del varietà e dell’avanspettacolo italiani, da Petrolini a Gaber. Lo spettatore è accompagnato in un viaggio lungo circa settant’anni, dai primi cafe-chantant alle trasmissioni del sabato sera. Sul palco si alternerà una comicità tutt’altro che passata”.
Oltre ai personaggi che si avvicenderanno sul palco, questo spettacolo è realizzato grazie alla supervisione artistica di Marinella Anaclerio e ai costumi di Rosa Lorusso. Una parte importante ce l’ha sicuramente la musica. Infatti durante lo show saranno proposte canzoni suonate e cantate dal vivo. “In un vecchio palco della scala” del Quartetto Cetra, “Il Pinguino Innamorato” del Trio Lescano e “Parlami d’Amore Mariú” di Tino Rossi, sono solo alcune dei brani che faranno da colonna sonora dello spettacolo, caratterizzata dagli arrangiamenti musicali di Loris Leoci e dalla collaborazione della cocal coach Isabella Minafra.
“Quello che più apprezzo di questo spettacolo è il divertimento che si prova a ogni replica. Perché non si tratta mai di ripetere uno spettacolo ma essere sempre aperti al gioco e all’improvvisazione che ogni sera nasce con i miei compagni di scena. Ogni volta c’è sempre qualcosa che si aggiunge, una battuta, un lazzo, un’espressione divertente. Questo spettacolo è una sorpresa continua non solo per gli spettatori, ma soprattutto per noi interpreti”.

Teatro comunale – Piazzetta Casavola – Crispiano (Ta)
Infotel: 337833428
Apertura: 20:30

LASCIA UN COMMENTO