Coronavirus, interrogazione di Gemmato (FDI): “Riaprire con urgenza il servizio di ricovero per pazienti acuti di Pneumologia dell’Ospedale “Sarcone” di Terlizzi

0
388

Coronavirus, interrogazione di Gemmato (FDI):
“Riaprire con urgenza il servizio di ricovero per pazienti acuti di Pneumologia dell’Ospedale “Sarcone” di Terlizzi”.

«Ho sottoposto all’attenzione del Governo, tramite un’interrogazione, la necessità di riattivare con urgenza il servizio di ricovero per pazienti acuti di Pneumologia dell’Ospedale “Sarcone” di Terlizzi, chiuso con delibera di giunta dal governatore della Regione Puglia del partito democratico Michele Emiliano. L’interrogazione è in continuità con la richiesta del sindaco di Terlizzi dott. Nicola Gemmato che, in una lettera inviata al direttore generale della ASL Bari dr. Antonio Sanguedolce, richiede il ripristino dei ricoveri presso l’unità operativa di pneumologia dell’ospedale di Terlizzi. L’attuale emergenza derivante dalla improvvisa e rilevante diffusione del virus denominato “Sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2” (SARS-CoV-2), infatti, rende necessario un intervento del Governo in tal senso perché consentirà un eventuale, futuro e più alto numero di ricoveri di pazienti affetti da “COVID-19”. La malattia provocata dal nuovo Coronavirus, infatti, fa registrare, tra i sintomi più comuni, tosse, difficoltà respiratorie e, nei casi più gravi, può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.
La riapertura del servizio si rende ancor più necessaria se si pensa che in tutta la zona del Nord barese, ovvero tra i comuni di Terlizzi, Molfetta, Corato, Ruvo di Puglia, Giovinazzo, Mariotto e Palombaio, un’area di 200.000 abitanti circa, non risultano attive altre unità operative di pneumologia ad eccezione di quella ubicata nell’ospedale San Paolo di Bari la cui capacità ricettiva media di pazienti risulta bassa rispetto alla popolazione residente». Lo dichiara il Segretario della Commissione Affari sociali alla Camera dei Deputati, l’On. Marcello Gemmato, a margine della presentazione della sua interrogazione.

redazione

LASCIA UN COMMENTO