La pianista di fama mondiale Lise De La Salle al Petruzzelli di Bari

0
415

Lunedì 20 gennaio alle 20.30 al Petruzzelli è in cartellone il recital della pianista di fama mondiale Lise De La Salle.

 

Il concerto rientra nella “Stagione Concertistica 2020” della Fondazione e propone un programma dedicato a “12 variazioni sulla canzone francese “Ah, vous dirai je-Maman” in Do Maggiore KV 265 di Wolfgang Amadeus Mozart, Sonatine in fa diesis minore, M. 40, Une barque sur l’océan, Oiseaux tristes, Alborada del Gracioso, dalla raccolta “Miroirs” Valses nobles ed sentimentales di Maurice Ravel e Ballata n. 1 in sol minore, op. 23 e Ballata n. 4 in fa minore, op. 52 di Fryderyck Chopin.

 

Informazioni: 080.975.28.10, www.fondazionepetruzzelli.it

Botteghino del Teatro Petruzzelli, aperto dal lunedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00, www.vivaticket.it.

 

 

Lise De La Salle, pianoforte

 

Musicista dalla sensibilità non comune e dalla profonda maturità artistica, si è imposta all’attenzione internazionale nel 2005 all’età di 16 anni, con una registrazione di Bach e Liszt che “Gramophone Magazine” ha premiato “Registrazione del mese”. Più di recente ha inciso per Naïve il ciclo completo dei Concerti per pianoforte e orchestra di Rachmaninov con F. Luisi e la Philharmonia di Zurigo. La stagione 2017-2018 ha visto l’uscita di un disco dedicato a Bach che include il Concerto italiano, Fantasia e Fuga sul tema B.A.C.H. di Liszt e la Ciaccona di Bach/Busoni. Collabora con molte grandi orchestre del mondo, come Chicago, LA Philharmonic, London Symphony Orchestra, Deutsches Symphonie-Orchester, WDR Sinfoniorchester, Orchestre National de France, Filarmonica della Scala, Belgium National Orchestra, Rotterdam Philharmonic, St Petersburg Philharmonic, NHK Symphony, Tokyo Metropolitan e collabora con direttori quali Luisi, Conlon, Pappano, Morlot, Janowski, Ticciati, Hrůša, Denève, Vanska, Gaffigan, Foster, Märkl, Bychkov, Russell Davies. Si esibisce anche nelle più prestigiose sale da concerto del mondo: Musikverein, Concertgebouw, Herkulessaal, Berlin Philharmonie, Tonhalle Zurich, Lucerne KKL, Bozar a Bruxelles, Wigmore e Royal Festival Halls, Théâtre des Champs-Élysées, Hollywood Bowl e festival prestigiosi come Klavier Festival Ruhr, Verbier, La Roque d’Anthéron, San Francisco Performances, Aspen e Ravinia Festivals per citarne alcuni. Le sue ultime due registrazioni sono del 2018: Bach Unlimited e Paris-Mosca in duo con il violoncellista francese Christian-Pierre La Marca, una celebrazione del rapporto musicale tra Parigi e Mosca, pubblicato con Sony Classical. Un primo disco dedicato a Ravel e Rachmaninov e unanimemente apprezzato dalla critica, ha segnato nel 2002 il principio della sua collaborazione con la casa discografica Naïve Classique. Del 2011 è invece un lavoro dedicato a Liszt e premiato con il Diapason d’Or da “Diapason Magazine” e selezionato come Editor’s Choice sulla rivista “Gramophone”. Nel 2015 è stato pubblicato per Naïve un cd interamente dedicato a Robert Schumann, che include le Variazioni ABEGG e i Kinderszenen.

Ufficio stampa Fondazione Petruzzelli

redazione

LASCIA UN COMMENTO