Il balletto di Roma al Piccinni di Bari: un “Don Chisciotte” in chiave moderna con la firma di Fabrizio Monteverde

0
274

Il balletto di Roma ha messo in scena ieri sera, sul palco del teatro Piccinni di Bari, uno spettacolo di danza suggestivo dal titolo “Io, Don Chisciotte”, figura leggendaria del romanzo di Cervantes.  Alla coreografia e alla regia Fabrizio Monteverde, autore di balletti che hanno segnato la storia della coreografia italiana e non solo. Un Don Chisciotte ‘poeta e mendicante’, quello immaginato da Monteverde: un pazzo cavaliere contemporaneo che abita le strade di un mondo distratto, schiaffeggiato da un tempo che non gli appartiene più. Al bivio tra idealità e follia, Don Chisciotte conquisterà la gloria imponendo al mondo la propria illusione, quella dell’uomo che continua a combattere alla ricerca della propria identità: una dedica agli ‘illusi’, ai folli e ai ‘diversi’, a chi lotta e viene sconfitto ma ci riprova ancora.

ll balletto di Roma è stato fondato nel 1960 da Walter Zappolini e Franca Bartolomei. Negli anni ha promosso la danza in tutte le sue forme, con uno sguardo alla ricerca, alla innovazione, e soprattutto operando su palcoscenici internazionali.

Musiche  di  Ludwig Minkus e AA.VV, con i danzatori del Balletto di Roma; costumi di Santi Rinciari, assistenti alla coreografia Anna Manes e Sarah Taylor, light designer Emanuele De Maria.

Il teatro Piccinni di Bari si conferma location preziosa per certi eventi. Prossimo appuntamento con la danza domenica 12 gennaio alle ore 18:00,  con “Anastasia e la maledizione dei Romanov”.

Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO