Checco Zalone e l’immigrato: “Nihil novi sub sole” (Niente di nuovo sotto il sole)

0
695

Checco Zalone dopo un pò di anni di silenzio ritorna alla ribalta con il suo nuovo singolo dal titolo “Immigrato”, in attesa del  film  “Tolo Tolo”, in uscita dal 1 gennaio 2020.

 

Impazza subito il web, con altissime visualizzazioni del suo video che  preannunciano l’ennesimo successo del suo lavoro cinematografico.

I film del comico barese sono entrati nella storia del cinema italiano, soprattutto per i grossi incassi che hanno superato quelli di leggendari film: prezzi accessibili al pubblico e  una comicità di  “massa” hanno probabilmente fatto la differenza. Zalone è il comico dalla battuta breve, concisa, che non richiede ulteriori sforzi per comprenderla.  Checco sembra aver fotografato questa nuova generazione che non brilla quanto a cultura. Gli ultimi dati diffusi sulla scuola italiana rivelano che gli alunni leggono e non capiscono, leggono e non interiorizzano, insomma, risultano spesso ignoranti.

Sarà anche per questo che Checco Zalone non sfonda sui palcoscenici del grande cinema internazionale e si deve accontentare di piccoli riconoscimenti. I grandi film hollywoodiani non riempiono le sale dei cinema italiani ma quando c’è lui non resta nemmeno una poltrona libera. Qualche motivo ci sarà.

L’immigrazione è un tema delicato, fin troppo considerando i tanti immigrati morti in mare. E’ polemica quando si intuisce che qualcuno intende strumentalizzare. Checco sembra sfuggire alcune volte a queste logiche.

Ancora, dobbiamo scoprire solo oggi l’esistenza di fantasie femminili,  legate all’immagine dell’uomo di colore fisicamente all’altezza di una mega prestazione sessuale? Quale dunque la novità del film “Tolo Tolo”? Attendiamo di vederlo.

Antonio Carbonara

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO