0831 Teatro: 13 spettacoli per la stagione teatrale 2019-20 a Brindisi

0
371

0831 Teatro si presenta come una novità all’interno dell’offerta culturale della città di Brindisi. Una variegata offerta di spettacoli in tredici serate promossa dal Comune di Brindisi e Teatro Pubblico Pugliese, in collaborazione con la Pro Loco e con il supporto di sponsor che hanno scelto di sostenere questa stagione speciale con la direzione artistica di Antonio Rollo.

 

Ad aprire la stagione allo spazio 0831 sarà Enrico Lo Verso, il 13 dicembre facendo rivivere al pubblico le storie d’amore della classicità tra miti ed eroi, dei e leggende. Si ricorderà quindi la passione civile ci un intellettuale scomodo e atipico come Danilo Dolci; l’impegno utopico e visionario di Don Milani; si parlerà di integrazione dei diversi. Non mancheranno poi momenti di puro svago con l’irresistibile cabaret di Renato Ciardo e l’appassionata compagnia di P40 e Lucia Minutello per una serata di allegria all’insegna dell’ottimismo. Pinuccio, inviato di Striscia la Notizia, accompagnerà il pubblico nel campo della denuncia sociale con un amaro umorismo su paradossi e inefficienze del potere. E poi serate musicali per ripercorrere la poesia di Lucio Dalla, il blues di Pino Daniele, i sogni di Gabriella Ferri e la rude spavalderia di Fred Buscaglione con band di riconosciuto livello.

E ancora, il regista Simone Salvemini con lo spettacolo “Sono andato a letto presto” in cui riproporrà vent’anni di immagini e di ricerca della sua personale idea di grande bellezza e Sara Bevilacqua con cui entreremo nel vivo della storia di una madre coraggio capace di spezzare la catena di paura e sottomissione che la malavita impone da sempre alle proprie vittime.

La formula di 0831 prevede anche uno spazio buffet dopo ogni incontro, alla presenza degli artisti ospiti della serata.

Di seguito il programma completo con tutti i dettagli:

13 dicembre
ERGO SUM
Enrico Lo Verso
COPPIE MITICHE – Viaggio tra miti e amori
accompagnamento musicale al pianoforte Francesco Mancarella
adattamento e regia di ALESSANDRA PIZZI
Un viaggio tra le pagine della letteratura, per scoprire miti ed eroi, dei e leggende. Enrico Lo Verso, accompagnato da musicisti di talento, traccia un itinerario tra le storie d’amore della classicità, per restituirci emozioni senza tempo. Perché ciò che resta oltre il mito è il valore eterno del suo messaggio.

20 dicembre
NANNARÈ – OMAGGIO A GABRIELLA FERRI
di e con EMANUELA GABRIELI, CARLA PETRACHI, MARCO TUMA
Concerto spettacolo a cura di Luciano Melchionna con Carla Petrachi pianoforte, Alessandro Monteduro percussioni, Giuseppe Spedicato basso e tuba, Marco Tuma fiati. “Nella vita, come nel lavoro, è stata sempre una donna ‘controcorrente’: nel suo modo di fare, di vestire, di esprimersi, è stata sempre all’avanguardia” così la definiva suo figlio Sieva jr.  Fellini la definiva ‘un pagliaccio di razza’ e l’immagine calzava bene. Il pagliaccio è una figura misteriosa: fa ridere, ma è condannato a questo e, in fondo, ha una sua tragicità. Così Gabriella Ferri con la sua voce era capace di toccare corde diverse dell’animo umano. Voce calda, potente, graffiante che racconta. Cuore e voce della melodia italiana. 

28 dicembre
Renzo Rubino & Raffaele Casarano
LUCIO
Omaggio a Lucio Dalla
Il cantautore pugliese Renzo Rubino, accompagnato dal sassofono di Raffaele Casarano, in una serata emozionante in ricordo di Lucio Dalla. Renzo Rubino parla di sé e delle sue passioni, dalla musica di Dalla al cinema, per il concerto-omaggio al cantautore bolognese, insieme al jazzista Raffaele Casarano: solo voce, piano e sax. Renzo Rubino e Raffaele Casarano celebreranno dunque un omaggio con un riarrangiamento tutto personale delle poesie fatte musica che sono ormai colonna sonora e l’eredità che ha lasciato il grande cantautore bolognese.

4 gennaio
Area Medina
TRIBUTO A PINO DANIELE
Hanno suonato con Rino Zurzolo, Joe Amoruso e James Senese, mitici componenti del gruppo di Pino Daniele. Hanno partecipato alla trasmissione Rai “La storia siamo noi” e “Community”. Capaci di ricreare le sonorità e le sfumature del grande cantante partenopeo, gli Area Medina ci ripropongono gli anni d’oro del bluesman e i suoi grandi successi.

11 gennaio
Archelia
STORIE DI ZHORAN – storie di zingari e violini
di Giuseppe Ciciriello; musiche a cura di Piero Santoro
con Giuseppe Ciciriello, Piero Santoro
Le storie di Zhoran sono la conoscenza di una cultura orale che si tramanda di generazione in generazione, sopravvissute al tempo, e a chi ha sperato di sopprimerne la radice.
Lo spettacolo è una narrazione che intreccia storie, storie tratte dalla tradizione Rom e storie ispirate a questa e riscritte o reinventate come è nella natura del raccontare, e le intervalla con riflessioni filosofiche, ironiche e sarcastiche, sulla diversità e sull’uomo…
Ad accompagnare Zhoran nel racconto di come uno Zingaro aiutò dio a creare il mondo o di come uno Zingaro vinse il violino al Diavolo c’è alla fisarmonica il suo amico Borhat (Piero Santoro) con le melodie, i ritmi e le armonie della tradizione Rom e Balcanica. Uno spettacolo sarcastico e divertente che con leggerezza forse ci aiuta a chiederci chi è l’altro diverso da noi.

15 febbraio
SONO FRED, DAL WHISKY FACILE
Un po’ Clark Gable, un po’ gangster americano, Fred Buscaglione si calò nel personaggio facendosi crescere un paio di baffetti e presentandosi in scena in doppiopetto gessato e cappello a falde larghe. Le canzoni che lo fecero conoscere in tutta Italia sono ancora oggi delle vere e proprie storie cui mise mano il grande Leo Chiosso.

29 febbraio
Principio Attivo Teatro
DIGIUNANDO DAVANTI AL MARE – per un racconto su Danilo Dolci
un progetto di e con Giuseppe Semeraro; drammaturgia Francesco Niccolini
regia FABRIZIO SACCOMANNO
La figura di Danilo Dolci sfugge a qualsiasi tentativo di classificazione: poeta, intellettuale, pedagogo. Dopo un breve viaggio in Sicilia decide di ritornarci e di mettersi al fianco degli ultimi, dei diseredati, dei banditi come li chiamava lui stesso. Negli anni Cinquanta organizza e promuove tantissime manifestazioni e scioperi in difesa dei diritti dei contadini, dei pescatori, dei disoccupati. Il suo attivismo gli valse due candidature a premio Nobel per la pace e il riconoscimento a livello internazionale del suo operare. Sempre in quegli anni con i contadini progetta e realizza una radio clandestina, un asilo, una diga, l’università popolare insieme a tanti progetti culturali. 

13 marzo
ProArtist Management
Pinuccio
TUTTAPPOST!
di e con PINUCCIO (Alessio Giannone)
Un viaggio tutto italiano fra notizie surreali e immagini che raccontano di un paese meraviglioso dove nella quotidianità accadono cose assurde quanto esilaranti. Dalle grandi opere alla gestione ambientale fino ad arrivare ai quotidiani problemi condominiali, Pinuccio regala curiosità e contraddizioni, fantastiche notizie e apparenti paradossi. Il tutto attraverso l’ausilio di immagini e documenti, atti ufficiali e video. A rivestire i panni dell’ormai famoso Sabino, scanzonato e furbetto, sarà il pubblico.

3 aprile
SONO ANDATO A LETTO PRESTO
di e con SIMONE SALVEMINI
Cosa c’entra Michael Jordan con il premier albanese Edi Rama? L’America di Gianni Amelio con l’onorevole Mimmo Mennitti? La ruggine di Leogrande, l’arte di Fellini ed il sorriso di Claudia Cardinale? 1999-2019. Vent’anni di cortometraggi. Incontri e scontri eccezionali. Fantastiche visioni. Piccole grandi emozioni di uno Zelig di provincia, appassionato di cinema e di storie, partito da Brindisi alla ricerca di qualcosa che ancora non c’è. 

17 aprile
Renato Ciardo
SOLO SOLO – Canzoni, voci, fatti…a stare
di e con RENATO CIARDO
La grande comicità di uno dei più grandi performer pugliesi che, dismessi i panni di batterista della “Rimbamband”, si presenta “Solo Solo” per raccontare aneddoti, modi di dire e di essere di noi tutti.
Una pugliesità rappresentata come peculiarità capace di renderci unici, paradossali, filosoficamente comici, complicati. Uno degli spettacoli più esilaranti mai prodotti. 

25 aprile
STOC DDO’ – IO STO QUI
drammaturgia Osvaldo Capraro
di e con SARA BEVILACQUA
Michele Fazio non ha ancora compiuto sedici anni quando viene colpito per errore durante un regolamento di conti tra clan rivali. La vita di Lella, sua madre, da quella sera, muta radicalmente direzione. Giorno dopo giorno, con la sua tenacia e la sua forza, impone le esigenze della giustizia ai clan, denunciando, testimoniando, puntando gli occhi negli occhi di chi vuole imporle il silenzio, diventando esempio e simbolo di legalità: io non fuggo, e nemmeno chiudo la porta di casa: “Stoc ddò”. Io sto qui.

2 maggio
Inti
CAMMELLI A BARBIANA
di Francesco Niccolini e Luigi D’Elia
con Luigi D’Elia
regia FABRIZIO SACCOMANNO
La storia di Lorenzo, prete, maestro e uomo, di una scuola nei boschi dove si fa lezione tra i prati e lungo i fiumi, senza lavagna, senza banchi, senza primo della classe e soprattutto senza somari né bocciati. Un racconto duro, amaro, ma allo stesso tempo intessuto di tenerezza per quel miracolo irripetibile che è stato Barbiana, e con tutta la sorpresa negli occhi di quei ragazzi dimenticati che, un giorno, videro un cammello volare sulle loro teste.

9 maggio
NU ME ‘MBRAZZI MAI
di e con Pasquale G. QUARANTA e Lucia MINUTELLO
regia IPPOLITO CHIARELLO
“Ci stiamo dimenticando cosa significa contatto?”
Due improbabili compagni di viaggio, due artisti girovaghi, forse due amici, magari amanti o semplicemente ex-estranei, sperimentano insieme un gesto essenziale come l’abbraccio, fatto dall’immediatezza di un contatto semplice e robusto allo stesso tempo, ma in un mondo che ha ormai la freddezza di uno schermo touch e in cui gestire il contatto è sempre più impegnativo e a volte pericoloso.

INFORMAZIONI e COSTI
Ingresso ore 20.30 – Inizio spettacolo ore 21.00
A seguire spazio buffet con gli artisti

ABBONAMENTO A 13 SPETTACOLI
intero / ridotto studenti
posto unico – € 100 / € 80

PREZZO DEI BIGLIETTI
intero / ridotto studenti
posto unico € 10 / € 8

BOTTEGHINO
Il servizio di biglietteria serale ha luogo presso la sede del Teatro 0831 da un’ora prima dello spettacolo.
Per la vendita degli abbonamenti: Via Appia, 98 – Brindisi
Info: 0831.562565 / 348.7029306

INFO: www.teatropubblicopugliese.it

LASCIA UN COMMENTO