Il Progetto Migranti nella scuola Michelangelo di Bari

0
351

E’ terminato in questi giorni, presso  la scuola secondaria di primo grado “Michelangelo” di Bari,   il “Progetto Migranti” curato dal  Centro S.P.R.A.R. D di  Adelfia   e Valenzano  e destinato a tutti i ragazzi delle classi terze.

 

La tematica del viaggio ricopre un ruolo fondamentale nella storia dell’umanità ed è il tema letterario più vecchio del mondo. L’esperienza del viaggio, con le fatiche e le opportunità che comporta, determina sempre un cambiamento e può essere intesa come metafora esistenziale, come paradigma dell’esistenza umana. Il viaggio consente, tra l’altro, di incontrare persone diverse con cui dialogare, scambiare opinioni, aprirsi al mondo, raccontare la propria storia e ascoltare quelle altrui. Analizzare e valorizzare tale esperienza aiuta inoltre a comprendere un fenomeno storico complesso e diffuso come quello delle attuali migrazioni, anche in rapporto alle migrazioni di ieri. La messa in comune dei vissuti migratori fra emigranti di ieri e migranti di oggi favorisce la conoscenza e la comprensione reciproca, il rispecchiamento interiore, nonché la consapevolezza di una memoria che può essere condivisa: il racconto del viaggio diviene quindi possibilità di riflessione su di sé e sull’altro, altro che in questo caso non è più semplice oggetto di indagine, ma fonte attiva di conoscenza.

A partire da un tema unificante come quello del viaggio – con la dovuta cautela dovuta a un contesto così delicato, come la riflessione intorno a esperienze talvolta traumatiche di separazione – sono state proposte attività volte a mettere in evidenza la complessità e la ricchezza dell’esperienza migratoria. Obiettivo  è stato quello favorire l’interazione positiva fra ragazzi italiani e stranieri, sensibilizzandoli ad un dialogo con le culture diverse da quelle di appartenenza.

Paola Gonnella

 

LASCIA UN COMMENTO