Danni alla copertura dello stadio San Nicola: stamattina il sopralluogo degli assessori Galasso e Petruzzelli

0
251

Questa mattina gli assessori ai Lavori pubblici e allo Sport, Giuseppe Galasso e Pietro Petruzzelli, hanno effettuato un sopralluogo allo stadio San Nicola per verificare le condizioni del telone di copertura del petalo danneggiato ieri. In particolare, si tratta della protezione del petalo corrispondente alla zona centrale della curva Nord, irrimediabilmente rovinata dal vento, che a partire da domani una ditta specializzata in esecuzione lavori con modalità acrobatiche in quota provvederà a rimuovere, così come accaduto in passato anche per gli altri petali rovinati.

Dei 26 teloni di copertura complessivi dello stadio, 14 sono stati completamente rimossi a seguito dell’usura e del maltempo: pertanto a questi si aggiungerà quello volato via ieri. Le operazioni di rimozione del petalo ammontano a circa 2.500 euro, cui si aggiungeranno gli oneri per un’opportuna e indispensabile verifica delle condizioni di stabilità e tenuta di quelli ancora presenti.

“Da mesi stiamo lavorando per immaginare una nuova vita del San Nicola – ha commentato Giuseppe Galasso -. Per questo abbiamo chiesto allo studio di Renzo Piano, che detiene il copyright del progetto, uno studio tecnico di prefattibilità, con più alternative progettuali da valutare assieme ai tempi di esecuzione e ai relativi costi, per pensare a una riqualificazione dello stadio che consenta una nuova fruibilità e funzionalità, anche in base alle nuove esigenze sportive e a modalità costruttive rispondenti ai più moderni criteri di efficientamento energetico, diversamente da quelli in uso all’epoca di costruzione dell’impianto. Una nuova vita, dunque, che interesserà ovviamente anche la nuova copertura che potrà essere sostanzialmente diversa rispetto a quella attuale, poiché correlata alle soluzioni progettuali che saranno studiate ad hoc. Tra le opzioni che stiamo prendendo in considerazione, vi è certamente quella che prevede una riduzione del numero di spettatori rispetto agli attuali 58.000, adeguando così lo stadio agli standard più recenti che prevedono un numero minore di spettatori, non escludendo anche l’ipotesi di una modifica della quota stessa del campo di gioco”.

“Abbiamo voluto accertarci della situazione dopo l’ennesimo telone danneggiato dal maltempo – ha sottolineato Pietro Petruzzelli -. Ne abbiamo approfittato anche per capire come comportarci rispetto alle coperture ancora sane. Quindi, siamo rimasti d’accordo con l’azienda incaricata di controllare lo stato di salute delle restanti 11 per poi verificare se rimuoverle interamente o meno, perché ciò che più ci interessa, nel breve periodo, è garantire l’incolumità del pubblico. Nei prossimi giorni avremo un’idea più chiara del percorso da intraprendere per rendere lo stadio San Nicola più moderno e funzionale grazie alla collaborazione dei progettisti dello studio di Renzo Piano”.

Nella giornata di oggi, inoltre, è stato pubblicato a questo link, sul sito istituzionale del Comune di Bari, il bando per la sostituzione delle vecchie sedute delle tribune e del settore ospiti del San Nicola.

Il Comune di Bari, infatti, ha l’onere di provvedere alla manutenzione straordinaria dell’impianto sportivo concesso in via temporanea in uso alla Società Sportiva Calcio Bari S.p.A.. Pertanto, al fine di adeguarlo ai “Criteri infrastrutturali” del “Sistema Licenze Nazionali 2019/2020” imposti con il Comunicato ufficiale Lega Pro n.155/L del 6 febbraio 2017 (che recepisce il Comunicato ufficiale della Federazione Italiana Gioco Calcio n.113/A del 3 Febbraio 2017), intende stipulare un accordo quadro, della durata di 2 anni, per la realizzazione di tutti i lavori di manutenzione straordinaria che si renderanno necessari.

L’accordo quadro è finalizzato all’adeguamento funzionale delle due tribune principali (Ovest ed Est) e del settore ospiti nella curva Sud superiore con l’integrale sostituzione delle sedute esistenti con nuove conformi alle normative vigenti, oltre che al ripristino delle superfici deteriorate in calcestruzzo armato. Per quanto riguarda le sedute delle curve, sarà possibile sostituire le sedute rotte o mancanti attraverso l’utilizzo di quelle integre smontate dalle tribune nel corso delle operazioni.

La tipologia dei lavori prevede le seguenti fasi:

– smontaggio e rimozione completa delle sedute monoblocco esistenti;

– fornitura e posa in opera di nuove sedute monoblocco conformi alle norme FIFA e UEFA;

– rimontaggio delle vecchie sedute monoblocco integre;

– interventi di ripristino dello strato corticale delle gradinate in calcestruzzo ammalorato;

– colorazione della pavimentazione delle vie di fuga e dei camminamenti di accesso / uscita dagli spalti.

Il plico telematico per l’ammissione alla gara dovrà pervenire mediante l’uso della piattaforma telematica raggiungibile dal sito www.comune.bari.it – sezione “Bandi di gara e contratti” – “Accesso Operatori Economici” entro le ore 9 del prossimo 6 dicembre. L’importo complessivo dell’accordo quadro ammonta a € 691.335,90 (IVA esclusa). 

ufficio stampa Comune di Bari

redazione

LASCIA UN COMMENTO