«Banda & Friends>> in scena all’Anfiteatro di Ponente di Molfetta 

0
346
Sabato 28 settembre, alle 20,45, nell’Anfiteatro di Ponente di Molfetta andrà in scena «Banda & Friends», uno show speciale organizzato dalle associazioni musicali «Carro dei Comici», «Polifonica», «Città di Giovinazzo» e «Giuseppe Verdi». Uno spettacolo che punta sul connubio tra le note di canzoni rimaste nel cuore di ciascuno, e su una linea drammaturgica costruita sull’intrigo e il divertimento di parole e musica.
(Infotel: 339.775.81.73, costo biglietto 8 euro, prevendita Info Point Molfetta, in via Piazza).
I successi dei grandi della musica italiana ed internazionale diventeranno le colonne sonore della storia di Rodolfo e Leonardo, interpretati dagli attori

I successi dei grandi della musica italiana ed internazionale diventeranno le colonne sonore della storia di Rodolfo e Leonardo, interpretati dagli attori Francesco Tammacco e Pantaleo Annese, un poeta ed un musicista che condividono una mansarda, nello stile bohémien che riporta a memorie pucciniane ben note. Insieme, danno vita alle proprie creazioni artistiche, tra le difficoltà economiche e la fatica per pagare l’affitto, dopo la partenza degli altri due coinquilini, Marcello e Coline.

A fare da sottofondo musicale alle preoccupazioni, alle ansie ed ai ricordi dei due artisti squattrinati, ci sono brani come “4 marzo 1943“,“Ma come fanno i marinai”, “Balla Balla Ballerino” “Caro amico ti scrivo”, le splendide canzoni di Lucio Dalla interpretate da Antonio Di Liddo. Poi è la volta dei successi immortali dei Queen. Lino Paglionico, voce degli Opera Queen Tribute, interpreterà in un crescendo coinvolgente “We will rock you”, “Bohemian Rhapsody” e “We are the champions”, omaggiando la celebre band inglese ed il suo carismatico leader, Freddie Mercury.

Commovente sarà poi la lettera indirizzata a 
Fabrizio De André e struggente l’interpretazione del suo brano “Disamistade”, da parte di Pantaleo Annese, a cui ha fa seguito un medley di Carlos Santana, valorizzato dalla tromba del talentuoso Giuseppe Todisco. A conquistare definitivamente il pubblico ci penseranno poi le voci calde di Gianni Mennuni e Giuseppe Vernile dei Poohlover Tribute Band, che faranno rivivere la leggenda italiana dei Pooh, interpretando “Piccola Ketty”, “Pensiero”, “Chi fermerà la musica”, “Tanta voglia di lei”, “Uomini Soli” e “Dammi solo un minuto”. Il finale è affidato ai brani popolari della tradizione partenopea, da sempre repertorio di Renzo Arbore.

Tutti i brani della serata saranno eseguiti dai complessi bandistici giovinazzesi riuniti in un ensemble d’eccezione, diretta dal 
Maestro Rocco Caponio. L’ideazione e d il coordinamento dello spettacolo è del Maestro Gianpaolo Sinesi, la regia e il testo sono curati da Francesco Tammacco.

La trama drammaturgica

Rodolfo e Leonardo sono due artisti. Un poeta e un musicista. Condividono una mansarda, per loro divenuta un vero e proprio atelier, abbandonata soltanto qualche giorno fa da altri due amici, Marcello e Colline. Alla preoccupazione del rimpiazzo dei loro coinquilini perduti, si aggiungono ansie amorose ed esistenziali, contrappuntate da ricordi romantici ed una vera ontologia della necessità di fare arte ai nostri giorni.

Questo lo spunto drammaturgico teso ad inanellare un percorso musicale di elevato pregio che reinterpreta icone musicali come Lucio Dalla, i Queen, Santana, i Pooh, De Andrè sino ad arrivare a Renzo Arbore, eseguito da una banda musicale eccezionale posta al servizio del Maestro Caponio.  Sullo sfondo chiaramente una citazione testuale della Bohème che abbraccia sia il senso del fare musica che quella di vivere oggigiorno più generalmente di Arte.
redazione

LASCIA UN COMMENTO