Riparte Il Libro Possibile Winter con Marco Balzano e Raffaele Donnarumma

0
105

Riparte con due ospiti illustri ‘Il libro possibile winter’, l’iniziativa culturale che si svolge nel corso di tutto l’anno in diversi Comuni della Puglia, con un importante coinvolgimento degli studenti di ogni ordine e grado.

 

 

Giovedì 26 settembre, alle 18.30, nella Sala Aurora del Hotel 90, a Capurso, lo scrittore Marco Balzano presenterà “Resto qui” (Einaudai), romanzo che gli è valso il secondo posto al Premio Strega e altri prestigiosi riconoscimenti. Intervengono: Francesco Crudele, sindaco di Capurso; Maria Morisco, dirigente scolastica dei Licei Cartesio di Triggiano; Rosella Santoro, direttrice artistica del Libro Possibile. Dialoga con l’autore Cosimo Andriulo, studente.

La mattina, alle 8.30, nell’auditorium dei Licei Cartesio, lo studioso Raffaele Donnarumma terrà una lectio magistralis sul tema “Forme e generi della narrativa contemporanea. Inventare la verità: il romanzo”. Intervengono: Antonio Donatelli, sindaco di Triggiano; Maria Morisco; Rosella Santoro.

Finalità degli incontri è avvicinare il pubblico e in particolare i giovani alla lettura, ampliare il bagaglio di conoscenze e competenze, attraverso il confronto con esponenti di spicco del panorama letterario e intellettuale contemporaneo. La sezione “winter” del Libro Possibile mira, infatti, a stimolare il dialogo e la riflessione su temi eterogenei, talvolta extradisciplinari, e a rendere i ragazzi protagonisti di dibattiti formativi al di là dei modelli tradizionali della didattica, con un approccio nuovo e incoraggiante. Come diceva Leonardo Bruni: «Che cosa può esservi di più adatto ad aguzzar l’ingegno, a renderlo abile e sottile, della discussione…?».

Il primo appuntamento è con Marco Balzano. I suoi libri sono tradotti in diversi Paesi e hanno ottenuto in Italia importanti riconoscimenti letterari.

L’autore presenterà “Resto qui”, romanzo sulla coraggiosa resistenza al regime in una terra di confine, l’Alto Adige. La protagonista, Trina, è una donna forte, testarda, che si oppone ai dettami fascisti, continua a insegnare il tedesco, lingua proibita da Mussolini, a difesa di una identità collettiva minacciata dalla dittatura. Durante la guerra, segue il marito disertore sulle montagne e non smette mai di  aspettare il ritorno della figlia di cui ha perso le tracce. Attraverso le sue vicende e quelle degli altri personaggi, Balzano racconta le sofferenze e i tumulti che si celano dietro le bellezze del Sudtirolo e “con una voce intima che restituisce vita alla Storia, ritrae la forza di una comunità nell’attimo in cui, aggrappandosi alla rabbia, sceglie di resistere”. Emblema di questa lotta, il campanile che emerge dal lago di Resia, come ultimo baluardo di un paese ormai sommerso.

Ma quali sono le sorti del romanzo nella cultura odierna? Come si sta evolvendo la narrativa contemporanea? Si può parlare ancora di postmodernità o siamo entrati in una nuova fase della letteratura? Questi e altri temi saranno oggetto del secondo appuntamento del “winter”, con il professore Raffaele Donnarumma. Una riflessione approfondita: dal  predominio del racconto ai rapporti tra reale e virtuale; dall’oscillazione tra volontà di testimonianza e scrupolo documentario all’espansione delle scritture dell’io e al sorgere di nuovi generi letterari. Insomma un nuovo quadro culturale in cui si sta delineando l’avvento di una fase che possiamo definire a pieno titolo della ipermodernità.

Raffaele Donnarumma è docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università di Pisa, membro, tra gli altri, del comitato direttivo della rivista “Allegoria”. Ha studiato presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e insegnato presso la stessa, l’Università di Siena, lo IUSS di Pavia. Ha tenuto lezioni e seminari e ha partecipato a convegni, oltre che in Italia, in Francia, Germania, Belgio, Regno Unito, Polonia, Romania, Lituania, Canada.

Al via, dunque, Il libro possibile winter 2019/2020. Giovedì 26 settembre, alle 18.30, nella Sala Aurora del Hotel 90, Capurso, incontro con Marco Balzano. La mattina, alle 10, lo scrittore farà tappa al Liceo scientifico Ricciotto Canudo di Gioia del Colle.

Lo stesso giorno, alle 8.30, nell’auditorium dei Licei Cartesio, lectio magistralis di Raffaele Donnarumma. A seguire, il professore incontrerà anche gli studenti del Liceo Bianchi Dottula di Bari, alle 11, e gli studenti del Liceo Ricciotto Canudo di Gioia del Colle, alle 16.30.

Tutti gli incontri sono aperti al pubblico e a ingresso libero. 

 

LASCIA UN COMMENTO