Bengalese costretto a lavorare per 1,80 euro all’ora: arrestato un pregiudicato di Casamassima

0
391
Puglia - Auto carabinieri

E’ stato arrestato (con la concessione dei domiciliari) un pregiudicato 46enne di Casamassima,  perchè avrebbe secondo le accuse sfruttato per mesi un 24enne bengalese,  facendolo lavorare ‘in nero’ 11 ore al giorno come pastore e in cambio di un compenso di 1,80 euro all’ora.

Il pregiudicato è titolare di una impresa agricola dentro la quale il bengalese lavorava. Quest’ultimo si occupava della mungitura, della pulizia e del pascolo, lavorava dall’alba al tramonto. Con i proventi del lavoro sosteneva la famiglia nel suo paese di origine.

Il bengalese, privo di permesso di soggiorno e senza fissa dimora, viveva in condizioni igieniche non regolari.

Antonio Carbonara

 

 

 

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO