Locus Festival 2019, arrivano Lauryn Hill e Mahmood: il programma

0
593

E’ partito il 27 luglio con il pieno successo di tutti i primi eventi, Locus festival 2019 arriva adesso alla settimana più infuocata. Mercoledì 7 agosto lo Stadio Comunale di Viale Olimpia a Locorotondo accoglie Ms. Lauryn Hill. L’icona moderna della black music mondiale, dagli esordi con i Fugees ai cinque Grammy Award conquistati da solista con l’album “The Miseducation of”, in questo suo tour europeo sceglie la Valle d’Itria come data esclusiva per tutto il Sud Italia. Il live sarà preceduto dal concerto completo di Mahmood, che dopo aver conquistato i vertici di tutte le classifiche, con la sua ventata di originalità si afferma come uno degli artisti italiani più interessanti anche all’estero. La scelta di aprire il concerto di Ms Lauryn Hill è nata da una volontà dello stesso Mahmood, che indicando la cantante americana come sua prima ispirazione rivela lo spessore e la natura del suo background.

 

BIGLIETTI disponibili sui circuiti Ticketone e Vivaticket.

Per ritiro prenotazioni online, e per acquisto degli ultimi biglietti disponibili, la biglietteria sul posto il 7 agosto sarà aperta dalle 11:00 alle 13:00 e dalle16:00 in poi.

Le porte dello stadio si aprono alle 19:30, l’inizio Mahmood è previsto alle 21:00 e Ms Lauryn Hill alle 22:30.

Giovedì 8 agosto in piazza Moro nel centro di Locorotondo (ingresso libero) due proposte d’avanguardia, fra jazz, virtuosismo minimalista e rock progressivo: il sassofonista e compositore americano di culto COLIN STETSON in esclusiva italiana al Locus, preceduto dall’ipnotico trio inglese dei MAMMAL HANDS.

Dopo il successo del primo incontro, continuano gli appuntamenti del Locus Focus con il talk dal titolo “CREATIVITÀ MUSICALE E IMPEGNO”, in programma giovedì pomeriggio prima del concerto, alle 18,30 in Largo Mazzini. Il direttore artistico e ideatore del festival Time Zones Gianluigi Trevisi dialoga con Nicola Gaeta sullo stato attuale della musica e sulla figura di Ryuichi Sakamoto, a cui è dedicato il documentario previsto in nottata. Il talk sarà introdotto da un’intervista a Colin Stetson prima del suo concerto.

Dopo il concerto, proiettiamo in notturna il secondo film della serie “Locus Movies” sempre nel suggestivo complesso di Sant’Anna di Renna (che ospita anche il Museo Perle Di Memoria) raggiungibile anche a piedi dalla scalinata di via San Michele Arcangelo, oppure da via Martina Franca uscendo da Locorotondo.

Coda” è il documentario che racconta la carriera del compositore Ryuichi Sakamoto, per tratteggiare un ritratto intimo sia dell’artista che dell’uomo.

Resta visitabile dal giovedì alla domenica la mostra “FOREVER YOUNG, 15 ARTISTI PER 15 ANNI DI LOCUS” in via Giannone 4 presso Casa Locus, nel centro storico di Locorotondo (ingresso gratuito) è visitabile durante tutto il festival secondo i seguenti orari: dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 21.30.

Ancora in piazza Moro venerdì 9 agosto arriva una leggenda vivente del funk & soul americano, il grande Lee Fields con la sua band The Expressions, introdotto dalla nota prog-funk band romana La Batteria. Nella notte, after party in spiaggia con il secondo evento Locusbay: Children of Zeus, un duo di Manchester (UK) formato dal beatmaker Konny Kon e dal cantante soul Tyler Daley.

Sabato 10 agosto inizia il weekend con il secondo grande evento al Campo Sportivo di Locorotondo: l’attesissimo concerto di Calcutta, con in apertura Giorgio Poi e Margherita Vicario.

Infine Domenica 11 agosto in piazza il concerto di Colle der Fomento, la formazione cult dell’hip hop romano, con l’apertura in stile funk “bandistico” della P-Funking Band nel progetto con il dj Tuppi.

Tutto il calendario del Locus è disponibile sul sito web ufficiale

https://www.locusfestival.it/site/?page_id=3904

 MAIN SPONSOR & CREDITS

Il Locus festival è ideato, diretto artisticamente e prodotto da Bass Culture srl, in collaborazione con il Comune di Locorotondo e con il supporto della Regione Puglia, nell’ambito dell’ Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali. FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia.

Al supporto istituzionale si affianca il contributo dell’official partner Tormaresca, con i suoi pregiati vini pugliesi, che da diversi anni affianca il suo brand a quello del Locus.

Fra i main sponsor rinnoviamo  la collaborazione con Maldarizzi Automotive – Mercedes Benz (Motoria), anche in qualità di fornitore dei mezzi per gli spostamenti di produzione e artisti, e con la BCC Locorotondo. Un alto standard di accoglienza per artisti headliner e ospiti vari è garantito da Oasi Villa San Martino a Martina Franca.

Heineken è la birra ufficiale degli eventi Locus.

Calendario della settimana

MER 7 AGOSTO

Stadio Comunale h 21 | Ticket

Live: MS. LAURYN HILL

+ MAHMOOD

 

 

GIO 8 AGOSTO

Largo Mazzini h 18,30 | Free

Locus Focus: “Creativita’ musicale e impegno”.
con: Nicola Gaeta, Gianluigi Trevisi. Partecipa: Colin Stetson

Piazza Moro h 21 | Free

Live: COLIN STETSON

+ MAMMAL HANDS

Sant’Anna h 24:00

Locus Movie: “Ryūichi Sakamoto: CODA” (2017 – regia di Stephen Schible)

VEN 9 AGOSTO

Piazza Moro h 21 | Free

Live: LEE FIELDS & THE EXPRESSIONS

+ La Batteria

Lido Lullabay h 24 | Free

Locusbay dj set: CHILDREN OF ZEUS

+ Keedoman

SAB 10 AGOSTO

Stadio Comunale h 21 | Ticket

Live: CALCUTTA

+ Giorgio Poi + Margherita Vicario

DOM 11 AGOSTO

Largo Mazzini h 18,30 | Free

Locus Focus: “Tutto il potere al popolo!”. Con: Nicola Gaeta, Danno (Colle Der Fomento)

Piazza Moro h 21 | Free

Live: COLLE DER FOMENTO

+ P-Funking feat Tuppi

 

Sant’Anna h 24:00

Locus Movie:  “Che fare quando il mondo è in fiamme?” (2018 – regia di Roberto Minervini)

Schede

 

  1. LAURYN HILL

La personalità di Lauryn Hill si è imposta sulla scena Hip Hop R&B mondiale fin dai suoi inizi con il leggendario trio dei Fugees, insieme ai due cugini haitiani Pas Michel e  Wyclef Jean. Il loro album “The Score” del 1996 è un classico assoluto dell’hip hop, a cui è seguito lo scioglimento del gruppo come preludio a tre diverse carriere soliste. L’energia e la creatività di Ms. Hill si sono quindi concentrate in un capolavoro assoluto nella storia della musica: l’album “THE MISEDUCATION OF LAURYN HILL” è stato pubblicato nel 1998 vendendo oltre 18 milioni di copie, ed ha reso l’autrice la prima donna a vincere 5 Grammy Award nella stessa serata. “The Miseducation of” viene considerato uno dei primi esempi di neo soul, ma soprattutto il primo album di questo genere ad ottenere tale successo commerciale, al primo posto nelle classifiche americane e inglesi. Il lavoro della Hill è riuscito a diffondere il neo soul su scala mondiale, anche al di fuori dell’America. La sua storia successiva ha alternato diverse esperienze live e discografiche a lunghi periodi di assenza dal music business per dedicarsi ai suoi figli, fino al recente tour mondiale celebrativo del 20º anniversario di The Miseducation of Lauryn Hill, in cui è apparsa in piena forma. Artista bella e solare, un talento straordinario, dotato da un carattere forte ed a tratti complesso: ogni sua apparizione live diventa un appuntamento unico e imperdibile.

MAHMOOD

Dopo il grande trionfo al Festival di Sanremo 2019, Mahmood presenta dal vivo il suo primo album “Gioventù Bruciata”, un’originale commistione di generi e sonorità. Ad accompagnare Mahmood sul palco: Marcello Grilli, Francesco Fugazza, Elia Pastori.

Il cantante milanese ha dominato tutte le classifiche con il brano Soldi, canzone italiana più ascoltata di sempre, doppio disco di platino e tutt’ora al primo posto tra i brani più passati dalle radio; l’album  Gioventù Bruciata è entrato in vetta e continua a rimanere ai vertici della classifica FIMI-GfK.

La ventata di originalità portata dalla musica di Mahmood ha saputo conquistare un pubblico trasversale, anche al di fuori dei confini nazionali, approdando persino oltreoceano con il New York Times che ha voluto dedicargli un lungo articolo.

Dopo il secondo posto all’Eurovision Song Contest, il profilo di Mahmood all’estero è cresciuto ulteriormente a livelli difficilmente raggiungibili da altri artisti italiani.

COLIN STETSON

Stetson è negli ultimi anni diventato musicista di culto per molti: prima la trilogia in solo di New History Warfare Vol. 1, iniziata nel 2007 e conclusa nel 2013; poi il disco in duo Never Were the Way She Was con la violinista degli Arcade Fire Sarah Neufeld (anche sua moglie), uno dedicato alla terza sinfonia di Henryk Górecki fino al recente All This I Do for Glory, hanno imposto affermato Colin Stetson anche presso un pubblico non interessato alle sperimentazioni solistiche di sax.

Un ruolo hanno avuto – inutile negarlo – le prove di Stetson come turnista di lusso a fianco di nomi come Tom Waits, Arcade Fire, TV On the Radio, Animal Collective e – soprattutto – Bon Iver

(Jacopo Tomatis su “Il Giornale della Musica”)

 

MAMMAL HANDS

Accattivanti, eterei e maestosi, gli inglesi Mammal Hands sono caratterizzati dalla loro particolare formazione di batteria, pianoforte e sassofono. La loro musica ipnotica attinge a tante influenze dalla trance sufi e dalla musica dell’Africa occidentale e alla musica popolare, classica contemporanea, jazz spirituale ed elettronica. I loro potenti spettacoli dal vivo li hanno resi una delle band più eccitanti d’Europa e li hanno fatti paragonare ad artisti del calibro di GoGo Penguin e Portico Quartet.

Tastiere: Nick Smart, batteria e tabla: Jesse Barrett, sassofoni: Jordan Smart.

 

LEE FIELDS & THE EXPRESSIONS

L’ultima voce del soul, quella del grandissimo LEE FIELDS, che a 66 anni suonati riesce nuovamente a stupire e a reinventarsi restando a stretto contatto con il suo orgoglio di essere un crooner da black music. Una carriera di quasi mezzo secolo in cui, nonostante sia sempre rimasto un po’ in disparte rispetto a colleghi di grande prestigio come Sharon Jones o Charles Bradley, Lee Fields è sempre rimasto fedele al suo amore per il soul, il funky, il rhythm & blues. Nella sua carriera è stato in tour e ha diviso il palco con artisti come Kool & The Gang e Darrell Banks, ha collaborato con Martin Solveig, e suo è il maggior numero di parti vocali nel film biografico su James Brown “Get on Up” del 2014.
Arriva in Italia con la sua band The Expressions, presentando il suo ultimo lavoro “Special Night”, che ha già incontrato pareri positivi all’unisono da parte di pubblico e critica e registrato numeri di vendita ben al di sopra delle aspettative.

LA BATTERIA

‘La Batteria II’ Il nuovo album della nota prog-funk band romana arriva a quattro anni di distanza dall’omonimo esordio. Prog-rock, funk, hip-hop, musica classica, elettronica, ritmi latini, italo-disco, psichedelia e hard rock si fondono così in un disco ancora una volta ricco di suggestioni visive, che ricollegano direttamente La Batteria alla grande tradizione italiana della musica per immagini, senza però intrappolarla nei clichè o nella mera copia carbone di un’epoca irripetibile.

La Batteria: Emanuele Bultrini (chitarre), David Nerattini (batteria), Paolo Pecorelli (basso) e Stefano Vicarelli (tastiere-synth).

CHILDREN OF ZEUS

” Se classificare per generi musicali è ormai una pratica fuori moda, di certo non è possibile rinunciare ad alcuni ingredienti principali quando si parla di black music e, qualsiasi siano le materie prime a cui state pensando, è certo che ai Children of Zeus non manchi assolutamente nulla. Il loro primo disco, “Travel Light” è stato inserito da BBC Radio 6 tra i migliori del 2018 e il sommo Gilles Peterson li ha portati ai suoi Worldwide Awards, dove hanno condiviso il palco con altri artisti emergenti come Cleo Sol, Kokoroko e i nostrani Nu Guinea. “

(Alessia Sciotto su DLSO)

Website http://locusfestival.it

Facebook http://www.facebook.com/locusfestival/

Instagram http://www.instagram.com/locusfestival/

Youtube https://www.youtube.com/user/locusfestival

 

Email info@locusfestival.it

 

Biglietti vivaticket.it – ticketone.it

 

 redazione

 

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO