Assestamento e variazioni al bilancio 2019 al Comune di Capurso

0
510

Assestamento e variazione al bilancio 2019 al Comune di Capurso. Punto all’odg dell’ultimo consiglio comunale. Si riportano integralmente comunicati stampa dell’assessore al Bilancio,  Nicola Buono e del consigliere di opposizione, Giovanni Pugguione.

 

Comunicata stampa del Comune di Capurso (per mezzo assessore Nicola Buono)

Approvato l’assestamento di Bilancio: più di 3 milioni di euro destinati agli investimenti!

Il bilancio del Comune di Capurso conferma ancora una volta il suo buono stato di salute, risultato di una gestione politico-amministrativa attenta e responsabile.

E’ questo il quadro emerso durante il consiglio comunale del 31 luglio, seduta in cui è stata varata la manovra di assestamento, definita “storica” da entrambi gli schieramenti, maggioranza e opposizione.

 “Storica” per le notevoli somme rinvenienti dall’avanzo di amministrazione da destinare alle spese di investimento, in base a quanto sancito dalla circolare n. 25/2018 del Mef che ha di fatto sbloccato e quindi restituito agli enti locali risorse per troppi anni immobilizzate.

Capurso vanta nell’anno finanziario 2019, un risultato di amministrazione pari a quasi sette milioni di euro, di cui circa quattro milioni vincolati alla quota investimenti per la realizzazione di opere, servizi e forniture.

E’ questa la voce principale di bilancio su cui in quest’ultimo mese, attraverso i vari tavoli di confronto con l’opposizione, si è concentrata l’attenzione della Amministrazione Comunale.

Tra le diverse destinazioni, tra esse spiccano 2.100.000,00 euro destinati a un articolato intervento per il rifacimento della rete stradale comunale, 300.000,00 euro per cofinanziare un progetto di ampliamento della rete di fogna bianca, 210.000,00 euro per la riqualificazione dei giardini di largo san Francesco, 45.000,00 euro per la riqualificazione dell’area mercatale e ancora 70 mila euro per la manutenzione straordinaria del parco e della villa, progetti “plastic free” per le scuole, tribune per le strutture sportive insieme alla Realizzazione di divise e DVD per l’orchestra comunale Le leggende del Suono.

“Un bilancio sano è motivo di onore per la comunità e per questo ringrazio tutti coloro i quali con il lavoro quotidiano attento e scrupoloso consentono all’Ente di distinguersi per una gestione economico-finanziaria virtuosa ed efficiente – dichiara con soddisfazione l’assessore al Bilancio Nicola Buono – abbiamo colto, a partire dallo scorso anno, l’opportunità fornitaci dal legislatore destinando parte dell’avanzo, alla riqualificazione dell’area antistante la chiesa del SS. Salvatore, in fase di ultimazione e pianificando, con questa manovra dell’ammontare complessivo di 3.100.000,00 euro nuove spese di investimento utili alla crescita e lo sviluppo del Paese.

La parte corrente del bilancio 2019 vede variazioni nelle missioni relative al sociale, alla sicurezza, alla cultura e contenzioso per un totale di circa 80.000,00 euro mentre una voce consistente (381.000,00 euro) è stata destinata ad un conguaglio (debito) tares, tarsu, tari. – “A seguito di una verifica effettuata dalla città Metropolitana – chiarisce l’assessore Buono –è emersa anche per il nostro comune la necessità di sanare una situazione debitoria annosa, che parte dall’anno 2004 fino all’annualità 2017. Abbiamo voluto in maniera decisa e responsabile risolvere la questione sul nascere ed evitare potenziali rischi di contenziosi tributari”.

“Continuiamo a seguire la logica del buon padre di famiglie e siamo orgogliosi di averapprovato una manovra storica per il bene di Capurso – dichiara il Sindaco Francesco Crudele –  Finalmente, ai Comuni è permesso di utilizzare liberamente l’avanzo di amministrazione. Rispettando quanto ci chiedono i cittadini, abbiamo dato priorità alla manutenzione delle strade con un intervento mai realizzato prima. Segnalo, così come richiesto dall’opposizione, il percorso di condivisione con tutti i consiglieri comunali rispetto alle scelte da effettuare: la manovra contiene anche gran parte delle proposte avanzate dalla minoranza”.

Elenco dettagliato della manovra:

  1. A) AVANZO DI AMMINISTRAZIONE quota INVESTIMENTI.

Su 3.900.000,00 euro disponibili, 3.200.000,00 euro saranno così destinati:

✅2.100.000,00 euro Progetto asfalto per il rifacimento del manto stradale (circa 42 strade della rete

comunale)

✅300.000,00 euro Cofinanziamento del progetto per la fogna bianca

✅210.000,00 euro Manutenzione straordinaria e sistemazione giardini Largo San Francesco

✅20.000,00 euro Misure di sicurezza ordine pubblico e video sorveglianza

✅68.000,00 euro Manutenzioni e pitturazioni straordinarie scuole dell’infanzia

✅30.000,00 euro Rinnovo arredi scolastici e arredi per servizio mensa scolastica

✅10.000,00 euro Beni attrezzature e stoviglie per progetti Mense scolastiche – Plastic free;

✅10.000,00 euro Realizzazione divise e DVD per orchestra comunale Le leggende del suono;

✅10.000,00 euro Realizzazione e acquisto pubblicazioni di interesse culturale

✅70.000,00 euro Interventi di manutenzione straordinaria biblioteca comunale

✅35.000,00 euro Interventi per recupero campetto di calcio zona 167 (Fondi Comunali)

✅15.000,00 euro Realizzazione tribune spettatori per impianti sportivi comunali

✅70.000,00 euro Interventi di manutenzione straordinaria sistemazione e arredi aree verdi comunali

✅50.000,00 euro Interventi di manutenzione straordinaria sostituzione e messa in sicurezza aree

verdi parchi e giardini

✅20.000,00 euro Interventi per aree verdi arredo urbano e parchi giochi

✅10.000,00 euro Automezzi mezzi d’opera e attrezzature per servizio igiene urbana e raccolta

differenziata

✅90.000,00 euro Realizzazione Centro Comunale Raccolta Rifiuti (Fondi comunali)

✅30.000,00 euro Lavori di sistemazione e arredo urbano presso aree fermate pullman extraurbani

✅45.000,00 euro Interventi per la sicurezza stradale e la gestione della viabilità

✅45.000,00 euro Manutenzione straordinaria e arredo urbano aree mercatali

B)AVANZO DI AMMINISTRAZIONE quota #LIBERA – 466.000,00 euro così destinati:

✅381.000,00 euro conguaglio tares, tarsu, tari citta’metropolitana

✅20.000,00 euro sanificazione impianti idrici comunali

✅20.000,00 euro manutenzione impianti e pozzi irrigui comunali

✅45.000,00 euro manutenzione ordinaria impianti sportivi

  1. C) VARIAZIONI PARTE CORRENTE:

✅87.000,00 rinvenienti in parte dalla quota accantonata dell’avanzo e per altra parte dalle economie

disponibili utili a finanziare ulteriori e nuove spese necessarie per sociale, sicurezza, cultura e

contenzioso.

 

Dichiarazione del consigliere comunale di opposizione Giovanni Puggione

CAPURSO: UN DEBITO AL CIEL SERENO Un diverso approccio per parlare del Consiglio Comunale capursese del 31 luglio 2019, mi porta a mettere in evidenza la sorpresa, negativa, della manovra di assestamento e di variazioni al bilancio 2019 votata. Mi riferisco al “debito” di 381 mila euro che prosciuga l’avanzo disponibile, togliendo risorse alla collettività. Ribadisco, ben 381 mila euro(!!!) che dobbiamo pagare alla ex Provincia di Bari, non, come ci dicono, a titolo di semplice conguaglio di Tassa Rifiuti (Tarsu/Tari), ma come un “debito” che qualcuno aveva dimenticato di avere! Si tratta, infatti, della maggiorazione del contributo ex ECA del 4% che ogni cittadino in questi anni ha correttamente pagato sulle proprie bollette della tassa rifiuti, ma la cui somma complessiva, il Comune di Capurso, ha omesso sia di versare alla ex Provincia, sia di mettere da parte, cioè di accantonare nei vari bilanci degli anni passati. In pratica, il Comune si è appropriato di queste somme (più o meno indebitamente) spendendole per chissà quali iniziative o esigenze. Sembrerebbe che solo a decorrere dal 2017, anno di insediamento del nuovo assessore al bilancio, la cosa sia stata impostata diversamente e correttamente. Oggi, però, la Città Metropolitana di Bari se ne è ricordata e chiede al Comune di pagare l’arretrato!! E fortunatamente abbiamo (ops, avevamo) un avanzo disponibile che ci consente di far fronte a questa richiesta!! La vicenda, però, mette in risalto alcuni aspetti negativi della modalità di gestione politica di questi anni relativamente ad un argomento così importante. Il primo. Per tanto tempo ci siamo sentiti raccontare dagli amministratori politici locali, della lotta agli evasori in questo comune, soprattutto sulla tassa rifiuti; abbiamo visto accertamenti, più o meno corretti, per i quali la gente ha pagato anche sanzioni. E poi, scopriamo che chi non pagava (perché la Provincia non li chiedeva, così si giustificano!!) e neanche ha messo da parte le somme dovute per i futuri pagamenti, è stato il Comune!! Cioè proprio l’Ente che, oltre ad incassare quelle somme dai cittadini, ha anche irrogato le sanzioni a chi ha semplicemente pagato in ritardo! Il secondo. Di fatto è come se i cittadini stessero pagando due volte queste somme: la prima, sulle singole bollette Tarsu/Tari; la seconda, venendo privati quasi completamente dell’avanzo disponibile che poteva essere utilizzato per opere pubbliche in favore della collettività. Una somma con la quale si poteva ad esempio ri-asfaltare per ben due volte via Cellamare. Già, via Cellamare, strada ultimata solo in questi giorni, con oltre un anno di ritardo rispetto ai video-annunci pubblicitari, e con tanto di ennesima spettacolarizzazione pre-elettorale da parte di attori della politica locale, i quali però dimenticano, o vogliono far dimenticare ai cittadini, che sono sul palco della politica capursese da più di 13 anni, con incarichi specifici, ma che in questi lunghi anni, di Via Cellamare, non se ne sono ricordati. Certo, anche qui proveranno a trovare giustificazione in ogni dove. Ma, ribadisco, ho parlato di via Cellamare solo come esempio (infatti, le opere pubbliche di cui Capurso necessita sono tante e diverse) per evidenziare l’enormità della cifra dovuta (ripeto 381 mila euro!!), che la politica locale non ha pagato!! Detto ciò, voglio ricordare ai cittadini che nella manovra di assestamento di bilancio 2019, nel lungo elenco della spesa di cose da fare, ci sono anche iniziative avanzate dall’opposizione e, tra queste citandone alcune, il completamento dell’area mercatale da anni abbandonata a sé stessa (nonostante gli impegni presi prima della campagna elettorale del 2015), e la sistemazione del giardino di Largo San Francesco. Cari concittadini, a Capurso l’opposizione c’è e si fa sentire nelle sedi opportune. Non è quella che dice sempre no a prescindere, ma è propositiva e collaborativa. Noi dell’opposizione ci siamo anche quando, con parole inopportune (chi non lo ha ancora fatto può vedere il video del Consiglio Comunale del 18 giugno 2019) ci viene sbattuta la porta in faccia, per puerile strategia politica elettoralistica, con l’intento di farci apparire inadeguati, incompetenti, sporchi e cattivi. E personalmente, diversamente da quanto qualcuno insinua, non sono mai salito sull’Aventino! Il mio non vuole essere l’ennesimo resoconto della seduta consiliare di parte, che su fb è fine a sé stesso, senza un vero e diretto contraddittorio, solo per raccogliere like o commenti favorevoli, che a volte evidenziano più un tifo da stadio che una vera e propria comprensione della tematica. Non vuole essere un tentativo di raccogliere consensi, specie in questo periodo ormai prossimo alla campagna elettorale Regionale e Comunale, in cui si tende, in maniera inflazionata, a far apparire ogni piccola opera ordinaria e realizzabile in tempi ordinari, come un fatto straordinario o, spesso leggiamo, come una promessa mantenuta. Dimenticando.

 

redazione

LASCIA UN COMMENTO