Assestamenti al Bilancio di previsione 2019/2021 della Città Metropolitana di Bari: Laporta, ‘quinquennio virtuoso’

0
299

Il Consiglio Metropolitano ha approvato la delibera di verifica degli equilibri generali di bilancio e di verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita mediante la variazione di assestamento generale del bilancio di previsione 2019/2021.

in foto Michele Laporta

Le maggiori esigenze sia di spesa corrente che in conto capitale nonché le segnalazioni pervenute dai singoli responsabili dei Servizi, hanno trovato copertura mediante l’utilizzo di minori spese correnti e l’applicazione di parte dell’avanzo di amministrazione libero e vincolato risultante dal rendiconto di gestione 2018 per complessivi € 169.473,44. Tra le nuove entrate per investimenti da segnalare 630mila euro finanziati dal MIUR per adeguamento norme antiincendio degli edifici scoalstici di competenza. La variazione complessiva di assestamento è risultata pari a 1milione400mila euro. Da evidenziare che nel 2018 la spesa per la manutenzione ordinaria per viabilità ed edilizia scolastica ha subito un consistente incremento rispetto al 2018 passando, per quanto riguarda le strade provinciali, da 1 milione e 450 mila a 2 milioni e 900 mila, mentre per le scuole dai 3 milioni e 100 mila dello scorso anno ai 3 milioni e 900. Inoltre, in virtù delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio del 2019, la Città metropolitana ha potuto utilizzare parte dell’avanzo di amministrazione per finanziare investimenti (rotatorie, messa in sicurezza ponti) pari a 10 milioni di euro. In fase di appalto 8milioni di euro finanziati dal MIT per la manutenzione straordinaria delle strade provinciali. Si tratta dell’ultima manovra economico – finanziaria di questa Amministrazione, commenta Michele Laporta consigliere delegato al bilancio, che chiude il quinquennio con un bilancio virtuoso e con un notevole incremento della capacità di spesa. Questo ha consentito di dare risposte concrete ai territori e ai cittadini grazie anche ad un’intensa attività di copianificazione e coprogettazione degli interventi portata avanti con in 41 Comuni metropolitani.

redazione

LASCIA UN COMMENTO