Pippo Franco e Sara Bevilacqua in scena a Maglie

0
249

Ancora due spettacoli per la stagione teatrale estiva del Comune di Maglie e Teatro Pubblico Pugliese inseriti nell’edizione 2019 di Chiari di Luna in programma per il mese di luglio.
Il 28 luglio andrà in scena Pippo Franco con il suo “Non ci resta che ridere” per un’analisi spietata, ma sempre in chiave ironica, di come si è trasformato il mondo; il 31 luglio ci sarà invece Sara Bevilacqua in Torno Subito di Emiliano Poddi che ricostruisce la storia della modista brindisina che faceva i cappelli alla Regina nel 1943 durante il rifugio brindisino dei reali.
Tutti gli spettacoli si terranno alle 21.15 a Villa Tamborrino.

Info: +393280454551
Mail: info@chiaridiluna.it

PREZZI DEI BIGLIETTI
INTERO: 10 euro
RIDOTTO: 8 euro
prevendita 1 euro
I biglietti ridotti saranno concessi ai giovani al di sotto dei 25 anni e alle persone di oltre 65 anni.
Biglietti in vendita dal 15 giugno.
Porta ore 20,45 / Sipario ore 21,15
Non sarà consentito l’accesso in sala a spettacolo iniziato.

SCHEDE SPETTACOLI
28 luglio
PIPPO FRANCO
NON CI RESTA CHE RIDERE
scritto e diretto da Pippo Franco

Il popolare attore comico è da solo sul palco, per un’analisi spietata, ma sempre in chiave ironica, di come si è trasformato il mondo: “L’ironia serve ad esorcizzare il dramma per recuperare una sorta di felicità che nasce con l’uomo”. In questo spettacolo viene messa a confronto la realtà che si viveva ieri con quella di oggi, dove nessuno si guarda più dentro o finge di non vedersi per non affrontare prima di tutto se stesso. I pericoli da affrontare sono infiniti, in un mondo che guarda al mercato, all’economia, dove nessun governo si preoccupa più del benessere delle persone. “È per questo che ci vuole tanta ironia per sopravvivere!”

31 luglio
SARA BEVILACQUA
TORNO SUBITO
di Emiliano Poddi
con Daniele Guarini e Daniele Bove
regia di Sara Bevilacqua

10 Settembre 1943. Vittorio Emanuele III sbarca a Brindisi, l’unica città dove non ci sono né nazifascisti né anglo-americani, il posto perfetto se sei un Re in fuga da una guerra planetaria. E proprio in questo caos che una giovane modista brindisina, dal nome straniero e dai modi garbati va incontro all’occasione della sua vita: un Re, una Regina di cuore, la ragazza che le faceva i cappelli ed un soldato straniero.
Una ricerca condotta da Sara Bevilacqua attraverso le memorie di chi, quei giorni, li ha vissuti in prima persona. Oltre sessanta nonni sono stati intervistati e hanno contribuito, con i loro racconti, a far vivere i personaggi protagonisti di questa storia.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO