Polo dell’infanzia a Capurso: ospiterà sei sezioni

0
1011

Nascerà a Capurso un Polo per l’infanzia, anche grazie alla donazione di un terreno da parte dell’anziana capursese Pagone. Lunedì 22 luglio  l’incontro nell’aula consiliare del  Comune di Capurso, alla presenza del sindaco Francesco Crudele, del consigliere regionale Enzo Colonna e dell’architetto Marella Lamacchia. Nell’occasione sono state illustrate le modalità di accesso al bando per i concorsi di progettazione per la realizzazione delle opere.

 

Questa fase rientra nel protocollo d’intesa tra la Regione Puglia – Sezione Istruzione e Università e i Comuni di Bari, Altamura e Capurso, utilmente inseriti nella graduatoria unica regionale delle manifestazioni di interesse presentate dagli enti locali per la realizzazione dei Poli per l’infanzia innovativi (giusto Decreto MIUR n. 637/2017).

L’accordo è finalizzato a garantire la qualità dell’architettura nella progettazione dei tre Poli per l’infanzia innovativi, mediante l’espletamento di un concorso di progettazione in un unico grado avente ad oggetto l’acquisizione di un progetto di fattibilità tecnico-economica, con la eventuale riserva della stazione appaltante di affidare al vincitore l’incarico della progettazione definitiva ed esecutiva.

Nel dettaglio, la Regione si impegna a fornire a ciascun Comune un contributo finanziario pari a 70mila euro per i concorsi di progettazione, nonché a garantire il necessario supporto tecnico-giuridico ai Comuni per la predisposizione del bando di concorso. Per il Comune di Capurso il bando scadrà il 30 settembre 2019.

Le Amministrazioni comunali, dal canto loro, si obbligano a procedere alla redazione del progetto di fattibilità tecnico-economica del Polo dell’infanzia innovativo proposto in risposta all’avviso pubblico regionale attraverso l’espletamento di un concorso di progettazione, impegnandosi inoltre, pena la decadenza dal contributo, a bandire sotto la propria responsabilità il Concorso di progettazione e concludere le procedure relative entro e non oltre 6 mesi dalla firma del protocollo.

In particolare, al fine di approfondire le tematiche della progettazione di strutture educative e di istruzione da zero a sei anni, il Comune di Bari si impegna a organizzare un incontro di presentazione dei bandi di concorso entro 15 giorni dalla predisposizione del bando Tipo da parte della Regione Puglia, mentre il Comune di Capurso organizzerà una mostra dei risultati del concorso di progettazione in occasione della proclamazione dei progetti vincitori, e il Comune di Altamura curerà la pubblicazione di un volume contenente il racconto delle esperienze e i risultati del concorso di progettazione.

Presto avremo un Polo per l’infanzia finanziato dal Miur per oltre 2 milioni di euro e selezionato dalla Regione Puglia – commenta Crudele.  La nuova struttura ospiterà sei sezioni (quattro destinate all’infanzia, una primavera e una al nido) e porrà Capurso all’avanguardia per la sua offerta formativa. Il nostro comune è stato anche il primo, tra i tre beneficiari del finanziamento, a pubblicare il bando per il concorso per la progettazione dello stesso polo affrontando un iter burocratico complesso e meritando il plauso a livello regionale, sia per la celerità che per la qualità dello stesso. Grazie a un contributo pari a 70 mila, messo a disposizione dalla Regione Puglia per ogni comune, si premierà la qualità progettuale e giovani raggruppamenti di progettisti. Il bando scade il 30 settembre. Tutte le proposte pervenute saranno esposte nel corso di una mostra, così come previsto nel protocollo d’intesa sottoscritto da Regione Puglia, ordini professionali e Anci Puglia

Antonio Carbonara

 

 

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO