Eleonora Abbagnato chiude la 77ª stagione “Dreamy” della Camerata Musicale Barese

0
510

Sabato 1° giugno al Teatro Petruzzelli protagonista assoluta la danza, interpretata da un’artista d’eccezione, l’étoile Eleonora Abbagnato.

 

 

Uno spettacolo da sogno, “Puccini” che vedrà tornare sulle scene baresi la più amata delle étoile, per la chiusura della 77ª Stagione “Dreamy” della Camerata Musicale Barese.

Lo spettacolo è  dedicato alle  eroine pucciniane, Manon, Tosca, Turandot, Mimì, Suor Angelica, che il più delle volte hanno dovuto affrontare un destino tragico ed è una coproduzione italo – francese: sul  palcoscenico barese, insieme all’Abbagnato,  danzeranno Giorgia Calenda, Giacomo Castellana, Claudio Cocino, Virginia Giovanetti, Federica Maine, Flavia Morgante, Michele Satriano, Arianna Tiberi, Julien Lestel, Gael Alamargot, Florent Cazaneuve, Matisse Coelho-Mandes, Jean Baptiste De  Gimmel, Ivan Julliard, Zelie Jourdan, Roxane Katrun, Maeva Lassere, Gilles Porte e Mara Whittington.

“Puccini”, porta la firma per coreografia e regia proprio di Julien Lestel.

Il coreografo francese ha creato questo balletto ispirato alle eroine pucciniane e alle celebri arie per la sua compagnia con sede a Marsiglia. Da molto tempo il coreografo e ballerino francese, cresciuto nell’Opera di Parigi, aveva maturato l’idea, il sogno di uno spettacolo che rendesse omaggio alla musica e al repertorio di Puccini e con questa sua personale interpretazione Lestel mette in risalto la bellezza, la maestosità e la potenza romantica dell’opera del compositore toscano offrendo al pubblico una dimensione nuova della voce.

Eleonora Abbagnato non ha bisogno di presentazioni in quanto nota a tutti nel mondo della danza ed ancor di più ora che, dall’aprile 2015, è Direttrice del Corpo di Ballo dell’Opera di Roma.

La passione per la danza per Eleonora Abbagnato è stata così incontenibile che da Palermo la portò, poco più di una bambina, nella Francia di Roland Petit, mago geniale del balletto narrativo. Ad accoglierla a Parigi fu l’Opéra, dove entrò vent’anni fa, maison di pregio che l’ha vista crescere e di cui è diventata étoile, il massimo riconoscimento nel balletto per un teatro di tradizione. Ha lavorato con coreografi classici e contemporanei di fama mondiale, fra cui Roland Petit, Pina Bausch e William Forsythe.

Lo spettacolo è impreziosito dai costumi affascinanti di Patrick Murru e dalle magiche luci di Lo-Ammy Vaimatapako.

Per informazioni e biglietti gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it,  presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli e Box Office c/o La Feltrinelli.

Ufficio stampa Camerata Musicale Barese

redazione

LASCIA UN COMMENTO