Sesso per esami, docente dell’Università di Bari a processo: interviene il Rettore

0
652

In merito alla vicenda del professore dell’Università di Bari,  Fabrizio Volpe, rinviato a giudizio per i reati di concussione, tentata concussione, violenza sessuale aggravata e tentata violenza sessuale nei confronti di due studentesse, è giunta in redazione una nota della stessa Università “A. Moro” che riportiamo integralmente:

 

“Con riferimento alle notizie di stampa apparse negli ultimi giorni in relazione alla richiesta di rinvio a giudizio del prof. Fabrizio Volpe, docente presso il Dipartimento di Giurisprudenza, questo Ateneo fa presente di avere da tempo istituito una commissione di indagine con il compito di procedere all’accertamento delle eventuali responsabilità del docente coinvolto. Acquisito nella giornata di ieri il provvedimento della Procura, il Rettore, stante la gravità dei fatti contestati, ha tempestivamente avviato il procedimento finalizzato alla  sospensione cautelare dal servizio del prof. Fabrizio Volpe ai sensi degli artt. 91 e 92, d.p.r. 3 del 1957, dandone comunicazione all’interessato. Allo stesso tempo, il Rettore ha invitato la commissione di indagine a riprendere i propri lavori già dalla prossima settimana e ha azionato il procedimento disciplinare, trasmettendo gli atti al Collegio di Disciplina dell’Ateneo. Nell’esprimere piena  fiducia nell’operato della Magistratura, l’intera comunità accademica  ribadisce la centralità dello studente, richiamando i valori etici dell’integrità, della lealtà e  del rispetto della trasparenza, quali elementi cardine ai quali tutti i componenti della comunità accademica devono conformarsi”.

Ufficio stampa Rettorato

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO