“Giornata nazionale del mare e della cultura marinara”: iniziative a Molfetta

0
97

Giovedì 11 Aprile ricorre “la Giornata nazionale del mare e della cultura marinara”, istituita con la legge di riforma del codice della nautica da diporto, allo scopo di sviluppare nei giovani la consapevolezza del mare quale risorsa da tutelare, di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico.

Per quanto concerne il territorio di Molfetta, sono previste due particolari iniziative: la “pulizia” di due tratti del litorale cittadino, presso le località Lungomare Colonna e Prima Cala, tra le più frequentate durante la stagione estiva, e la liberazione in mare di alcuni esemplari di tartaruga marina (Caretta caretta), con la partecipazione della Capitaneria di porto – Guardia Costiera, dell’Istituto d’Istruzione Superiore Secondaria “A. Vespucci” e del Centro Recupero Tartarughe Marine – WWF di Molfetta, con la collaborazione, inoltre, dell’Azienda dei Servizi Municipalizzati del Comune.
Dopo una breve presentazione delle attività della giornata, che avrà luogo presso l’Istituto
Vespucci, un gruppo di studenti delle prime classi (ad indirizzo nautico e professionale), accompagnati dai loro Professori e dal personale della Capitaneria di porto, si recheranno presso Lungomare Colonna e la Prima Cala per effettuare il monitoraggio della costa e l’eventuale raccolta, ove presenti sulla spiaggia, di rifiuti, in particolare di plastica, che costituiscono una seria minaccia per gli organismi marini, oltre a deturpare il paesaggio costiero. I rappresentanti dell’Azienda dei Servizi Municipalizzati forniranno tutte le indicazioni di sicurezza del caso, oltre al materiale necessario. L’obiettivo simbolico che ci si pone è quello di contribuire, attraverso un’attività concreta, a far maturare la consapevolezza del problema legato ai rifiuti marini (cosiddetto marinelitter), e soprattutto a rendersi conto che anche un piccolo gesto, come quello di raccogliere un pezzo di plastica che le onde hanno abbandonato sulla costa, può fare la differenza, in particolare se messo in pratica da parte di tutti. Il materiale eventualmente raccolto sarà conferito agli operatori dell’Azienda dei Servizi Municipalizzati, che provvederanno anche ad effettuare un’analisi circa la quantità, latipologia e l’eventuale possibilità di riciclo. Nello stesso tempo, al porto, alcune tartarughe marine appartenenti alla specie protetta Caretta caretta, saranno prese a bordo della motovedetta della Capitaneria di porto per essere portate al largo, di fronte a Lungomare Colonna, in ideale continuità con le concomitanti attività dei giovani sul litorale, e là rilasciate, dopo le cure ricevute al Centro Recupero Tartarughe Marine – WWF di Molfetta; sono esemplari rimasti infatti nelle reti, oppure che hanno ingerito oggetti di plastica confusi per nutrimento, spesso correttamente segnalati dagli stessi pescatori, che così facendo ne consentono responsabilmente il recupero, consapevoli per primi dell’importanza di tutelare l’ambiente marino e costiero. Sull’altra motovedetta della Capitaneria di porto, qualora le condizioni meteo marine lo consentano, imbarcheranno un altro gruppo di studenti dell’Istituto Vespucci, accompagnati da un Professore, per assistere, da vicino, all’emozionante momento del rilascio in mare delle tartarughe.

redazione

LASCIA UN COMMENTO