Forum Leggere è Comunità: esperti internazionali a Bari

0
149
sdr

Si è aperto, questa mattina, nel Centro Congressi della Fiera del Levante di Bari, il Forum internazionale “Leggere è Comunità: Local Cultural Policies for Sustainable Social Development”, in programma sino a mercoledì 10 aprile. Nel capoluogo pugliese si sono dati appuntamento esperti internazionali di politiche culturali così come prospettato nel febbraio dello scorso anno, quando Nuria Sanz, madrina dell’iniziativa, lanciò l’idea del forum durante la presentazione della Community Library, il progetto unico in Europa con cui la Regione Puglia ha stanziato 120 milioni di euro – risorse derivanti dal programma europeo Fesr – per finanziare 111 biblioteche di comunità e il restauro dei beni culturali in cui queste vengono realizzate. Si tratta di una delle più significative opere di infrastrutturazione culturale realizzate negli ultimi anni da una regione d’Europa. Durante la presentazione della Community Library, l’allora responsabile dell’ufficio Unesco Messico, Nuria Sanz, indicò il capoluogo pugliese sede del Forum internazionale, che nel Centro Congressi della Fiera del Levante ospita per questa tre giorni specialisti provenienti da sette Paesi. L’iniziativa, curata dal Teatro pubblico pugliese, riunisce esperti inglesi, spagnoli, olandesi, italiani, canadesi, messicani e colombiani sulla base dei risultati ottenuti dal Forum Internazionale Unesco sulle Politiche Culturali nelle Aree Metropolitane. E in apertura di lavori ha dedicato uno spazio proprio alla strategia della Community Library, un nuovo strumento di sviluppo intellettuale per una nuova cittadinanza solidale, da costruire a partire dalla lettura, per un confronto tra esperienze già in fase esecutiva e altre che chiedono di essere accompagnate verso l’avviamento. Infatti, l’evento si propone di accompagnare i Comuni per una corretta attuazione delle risorse e sviluppare politiche culturali efficaci e aperte alle migliori esperienze internazionali. È un evento di partecipazione nella gestione degli interventi e si rivolge pertanto a dirigenti e tecnici che stanno portando avanti nei rispettivi Comuni la realizzazione di una Biblioteca di Comunità.

 

Questa mattina è stata anche presentata “CartApulia”, la carta del patrimonio della Regione Puglia, che rappresenta uno sguardo innovativo sulle bellezze del territorio, sulla propria storia, la propria identità, le proprie risorse materiali e immateriali. Si tratta di una grande community digitale, uno strumento informativo dei Beni Culturali presenti sul territorio pugliese che permette di far conoscere il patrimonio storico-culturale regionale. In altre parole, una bussola informatica, ma anche un’interfaccia attraverso la quale è possibile indagare con un click il patrimonio culturale pugliese consultando le singole schede anagrafiche di tutti i beni archeologici e architettonici.

Articolato in quattro moduli (“Letteratura come mestiere”, “La biblioteca come mestiere”, “Focus sulle biblioteche italiane e pugliesi”, “La lettura e lo spazio”) e in un workshop, il Forum prevede interventi inerenti le politiche culturali dedicate alla promozione della lettura e alle relative infrastrutture, alla governance della diversità culturale e allo sviluppo di industrie creative come fattori di sviluppo sociale ed economico. Pertanto, con “Leggere è Comunità” si gettano le basi per il consolidamento delle politiche culturali locali che stimolano la crescita economica, assicurano la sostenibilità ambientale e ampliano l’inclusione sociale. Martedì 9 aprile è prevista anche una tappa a Monopoli, dove ai partecipanti verrà illustrato lo stato di “work in progress” della locale Community Library seguito da un momento di confronto con i referenti del progetto nel corso di una tavola rotonda moderata da Nuria Sanz.

Durante la tre giorni sono previsti gli interventi di Aldo Patruno, direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, della britannica Debbie Hicks, direttore creativo della Reading Agency, dello spagnolo José Antonio Merlo Vega, capo del Dipartimento Scienze Librarie e dell’Informazione di Salamanca, due esponenti del Banco de la República, una rete di 28 strutture culturali della Colombia, il capo manager cultura Ángela María Pérez Mejía, e Alexis de Greiff, già direttore della Biblioteca Luis Ángel Arango e attualmente professore del dipartimento di sociologia dell’Universidad Nacional de Colombia. E colombiani sono anche gli scrittori Santiago Gamboa e Héctor Abad Faciolince, mentre è argentina (trapiantata in Messico) l’altra scrittrice del parterre di relatori, Sandra Lorenzano.

Ci saranno anche l’olandese Chris Wiersma, direttore della biblioteca pubblica di Almere, il britannico Jonathan Douglas, direttore dell’ente benefico National Literacy Trust, il canadese Mary Ladky, direttore esecutivo della Children’s Book Bank di Toronto, organizzazione no profit che fornisce libri gratuiti ai bambini e alle famiglie che vivono nei quartieri più poveri, e i principali esponenti nazionali e territoriali dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), la presidente nazionale Rosa Maiello, la vicepresidente della sede pugliese Margherita Rubino, e la coordinatrice della Commissione nazionale Biblioteche Pubbliche, Cecilia Cognini.

In programma anche gli interventi di Nicoletta Gramantieri, responsabile dei servizi e delle collezioni per bambini e ragazzi della Biblioteca Salaborsa di Bologna, l’architetto Marco Muscogiuri, docente del Politecnico di Milano ed autore di numerose pubblicazioni sui temi della progettazione delle biblioteche e dei luoghi per la cultura e del disegno di architettura, e il poeta Bruno Tognolini, autore di rime e poesie per ragazzi.

Completano la platea di relatori Adriano Solidoro, ricercatore dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, Igor Kitaev, esperto del settore Istruzione dell’Ufficio Regionale Unesco di Venezia per la Scienza e la Cultura in Europa, l’olandese Rosan Bosch, fondatrice e direttore creativo del Rosan Bosch Studio, e Salvatore Bullotta, Responsabile di Struttura dell’Assessorato Istruzione e Attività Culturali della Regione Calabria.

Inoltre, per tutta la durata del forum, in un’intera ala del Centro Congressi è stata allestita da Fluid la mostra “Reading-Fotografie per leggere il mondo”, esposizione di 65 foto scattate da Angela Cioce negli ultimi trent’anni durante i suoi tanti viaggi in giro nel mondo, dal Giappone all’Africa, da Cuba alla Cina, dalla Russia agli Stati Uniti. Scatti che ritraggono, con grande sensibilità e rispetto, gente assorta nell’intimità della lettura, nei contesti più vari.

Il Forum si concluderà mercoledì 10 aprile, alle ore 15, con la presentazione delle conclusioni e una cerimonia di chiusura aperta alla stampa.

Progetto FSC – FESR Regione Puglia
attuato dal Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura

redazione

LASCIA UN COMMENTO