Attentati ai danni dei calciatori del Foggia, ‘unica regia’

0
118
Due attentati intimidatori sono stati compiuti la scorsa notte a Foggia contro le auto di due dirigenti e di un calciatore del Foggia Calcio. Si tratta dei due proprietari della squadra che gioca in serie B, i fratelli Fedele e Franco Sannella, proprietari del pastificio Tamma, e dell'attaccante Pietro Iemmello. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, dopo l'1.30 della scorsa notte, sconosciuti hanno incendiato il Suv Mercedes del calciatore parcheggiato nelle vicinanze di Piazza Puglia nel centro di Foggia, distruggendone la parte anteriore ANSA/TATIANA BERIZZI

(ANSA) – FOGGIA, 11 MAR – Polizia e carabinieri sembrano sempre più convinti che ci sia un’unica regia dietro gli atti intimidatori ai danni dei due calciatori e dei due patron del Foggia Calcio, i fratelli Franco e Fedele Sannella, compiuti nella notte tra sabato e domenica scorsi a Foggia.
I carabinieri hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza posizionate all’interno del pastificio Tamma, di cui sono proprietari i Sannella. Gli investigatori confermano che, a lanciare il petardo nello stabilimento foggiano, contro la Maserati dei Sannella, sono state tre persone incappucciate entrate in azione attorno alle 5 del mattino. A notarle è stato il custode che ha poi dato l’allarme. Ricostruita anche la sequenza degli altri due attentati. Il primo si è verificato attorno all’1 di notte ai danni del calciatore Massimo Busellato: nel giardino della sua villetta è stato lanciato un petardo; all’1:45 è stata incendiata l’auto di Pietro Iemmello.

 

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO