Cesare Battisti arriva in Italia: Salvini, ‘Il mio primo pensiero va ai famigliari delle vittime’

0
237
Cesare Battisti a bordo dell'areo che lo riporterà in Italia nella tarda mattinata di domani, 13 gennaio 2019. ANSA

Ringrazio per il grande lavoro le Forze dell’Ordine italiane e straniere, la Polizia di Stato, l’Interpol, l’AISE e tutti coloro che hanno lavorato per la cattura di Cesare Battisti, un delinquente che non merita una comoda vita in spiaggia, ma di finire i suoi giorni in galera. Grazie di cuore al presidente Jair Messias Bolsonaro e al nuovo governo brasiliano per il mutato clima politico che, insieme a un positivo scenario internazionale dove l’Italia è tornata protagonista, hanno permesso questo successo atteso da anni, grazie alle Autorità boliviane e alla collaborazione di altri Paesi amici. Il mio primo pensiero va oggi ai famigliari delle vittime di questo assassino, che per troppo tempo si è goduto una vita che ha vigliaccamente tolto ad altri, coccolato dalle sinistre di mezzo mondo. È finita la pacchia. #dalleparoleaifatti“. 

Questo il commento sulla pagina facebook del ministro all’Interno Matteo Salvini circa il rientro in Italia del latitante e ricercato Cesare Battisti. Quest’ultimo sarà rinchiuso nel carcere di Rebibbia e collocato nel circuito di alta sicurezza riservato ai terroristi.

Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO