DAB/DanzaABari, in scena la compagnia MM Contemporary Dance Company con Gershwin Suite

0
165

Parte giovedì 10 gennaio a Bari la tredicesima edizione di DAB/DanzaABari, la stagione di danza contemporanea del Comune di Bari – realizzata dal Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con Teatri di Bari e Compagnia AltraDanza. Attenzione alla produzione pugliese, alla danza d’autore e di ricerca, proposta dell’inedito tra le caratteristiche salienti della programmazione. Momento particolare è dedicato all’approfondimento e presentazione delle coreografie da parte di critici e studiosi della danza, poco prima l’inizio dello spettacolo con il pubblico in sala. Un modo per ragionare insieme e comprendere al meglio i lavori, le loro storie, i contesti in cui le coreografie nascono, a cosa possono ispirarsi, per apprendere le biografie degli artisti e incastonarle nella storia della danza.

 

 

Giovedì 10 alle 21.00 al Teatro Abeliano in scena la compagnia MM Contemporary Dance Company con Gershwin Suite (coreografie di Michele Merola) e Schubert Frames (coreografie di  Enrico Morelli). Interpreti Emiliana Campo, Angelo D’Aiello, Paolo Lauri, Fabiana Lonardo, Lorenza Matteucci, Giovanni Napoli, Miriam Re, Cosmo Sancilio, Nicola Stasi, Gloria Tombini, Lorenza Vicidomini.Spettacoli preceduti dallo speech di Ermanno Romanelli, giornalista e cronista di spettacoli e cultura, con un’attenzione privilegiata rivolta alla danza, collabora per interviste, presentazioni e recensioni di spettacoli di danza per l’agenzia di stampa AGL, il gruppo Quotidiani LocaliIl TirrenoIl Corriere dell’UmbriaLa Gazzetta del Mezzogiorno, e le riviste Il Giornale della MusicaDanza&DanzaSiparioDanceNews e Pointe.

Sabato 12 sempre alle 21.00 le attese coreografie di Michele Di Stefano (gradito ritorno, coreografo e performer, Leone d’Argento alla Biennale Danza): Sub, di e con Roberta Mosca e, a seguire, Bermudas_stage, spettacolo che ha vinto il Premio Danza&Danza nella categoria “Migliore produzione italiana 2018” , con Philippe Barbut, Biagio Caravano, Marta Ciappina, Andrea Dionisi, Sebastiano Geronimo, Luciano Ariel Lanza, Giovanni Leone, Flora Orciani, Annalì Rainoldi, Laura Scarpini, Loredana Tarnovschi, Alice Cheophe Turati, Francesca Ugolini.

Speech a cura di Giuseppe Di Stefano, giornalista, critico di teatro e danza per le testate Danza&DanzaArtribuneIlSole24ore.com,Sipario.it e Città Nuova.

Domenica 13 in esclusiva regionale, la creazione ideata per Dab da Sergio Racanati in collaborazione con Altradanza: “Darkness”.”Un lavoro inedito, dice Recanati, in cui convergono tanti aspetti, dal punto di vista tecnico, ad esempio, utilizzano la dimensione sonora e cinematografica , e il tutto diventa performativo e installativo. E’ un’indagine sulla dimensione della storia e della memoria, dei vuoti che la memoria vuole colmare. Una messa in scena che  sentiamo come un forte valore sociale e politico”.

Dodici spettacoli in tutto, sette titoli al Teatro Abeliano e cinque al Teatro Kismet, da giovedì ad aprile. Gli speech sono in collaborazione col Dipartimento di Lettere Lingue Arti Italianistica e Culture Comparate – l’Università degli Studi ‘Aldo Moro’ di Bari e Libreria Laterza. I LAB- DAB, ciclo di masterclass e focus intensivi, coordinati dalla Compagnia AltraDanza diretta da Domenico Iannone, sono tenuti dai principali coreografi ospiti della rassegna DAB19 rivolti alle scuole di danza del territorio con l’obiettivo di farle divenire partecipanti attivi della rassegna.

Due prime nazionali e un’anteprima nazionale: da Altradanza con Mozartango suite (13 febbraio per Dab-Esplorare danza al teatro Abeliano) con le coreografie di Domenico Iannone); il Balletto del Teatro Nazionale di Osnabrück con Bauhaus/Bolero (21 febbraio, Teatro Abeliano), tre firme alla voce coreografia insieme a Mary Wigman, Edward Clug, il barlettano Mauro De Candia, direttore del corpo di ballo,  già solista principale del Balletto dell’Opera di Hannover, il più giovane direttore del ballo in un teatro statale tedesco. Al debutto anche Suite Escape (16 aprile al teatro Abeliano), con nuova coreografia di Riccardo Buscarini x  la compagnia pugliese Equilibrio dinamico.

Due i FOCUS: uno sulla Puglia, con una zoomata sui più giovani Alessandra Gaeta, Angelo Petracca, Fabio Novembrini, e l’altro su Fattoria Vittadini in esclusiva regionale con due lavori vincitori Premio HYSTRIO 2018 – Categoria “Corpo-a-Corpo”: Esemplari femminili e My true self. revisited. Da segnalare anche i molto amati gesti danzanti della Compagnia Abbondanza/Bertoni, a Bari con La morte e la fanciulla su musiche di Franz Schubert, e TIR Danza / Nuovo Balletto di Toscana con De rerum natura.

Oltre al ritorno di Di Stefano, anche quello di Daniele Ninarello, apprezzato coreografo torinese della nuova generazione (Still e a seguire Kudoku il 31 gennaio).

redazione

LASCIA UN COMMENTO