In chiesa gridando il nome di Allah: paura a Maclodio nel bresciano

0
456
Due donne a bordo di uno scooter sono rimaste ferite da un colpo di pistola in via Ozanam (Monteverde), Roma, 16 marzo 2018. Dalle prime informazioni sembra che durante un'attivita' di polizia giudiziaria i carabinieri avevano intimato l'alt a una macchina che non si e' fermata e si e' data alla fuga tentando di investire un carabiniere che ha sparato ferendo le due donne, probabilmente madre e figlia. ANSA/ETTORE FERRARI

Paura durante la messa di mezzanotte a Maclodio, paese di 1500 persone nel Bresciano.

 

Durante la lettura del Vangelo un uomo di origini marocchine visibilmente alterato é entrato in chiesa gridando il nome di Allah e pronunciando frasi in arabo. Il timore è che fosse armato perché teneva una mano nascosta dietro la schiena, ma non lo era. Alcuni ragazzi lo hanno spinto fuori anche con l’aiuto del sindaco che ha chiamato i carabinieri. Il tutto in un clima di paura. L’uomo, un 35enne già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato portato in caserma dai militari. Da sei mesi aveva lasciato Maclodio per andare a vivere a Travagliato, da dove ieri sera si è mosso in bicicletta per raggiungere la chiesa del paese dove era in corso la Messa di Natale.

ansa

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO