Nuovo pronto soccorso policlinico Bari

0
839
ampliamento Pronto soccorso Policlinico di Bari, il direttore generale del Policlinico di Bari Giovanni Migliore

BARI, 18 DICSarà completato tra 180 giorni il nuovo pronto soccorso del Policlinico di Bari, completamente riorganizzato dal punto di vista strutturale e logistico.Questa mattina, alla presenza del direttore generale Giovanni Migliore, è stata consegnata la prima parte degli interventi iniziati due mesi fa “effettuati – ha spiegato Migliore – per modificare l’approccio ai percorsi del paziente nella emergenza urgenza e che hanno consentito già un notevole miglioramento dell’assistenza”.  Dinanzi all’ingresso del pronto soccorso, nello spazio prima destinato a parcheggio, è stata realizzata una cosiddetta ‘camera calda’ per le ambulanze. Dall’ampia e rinnovata sala d’attesa, con poltrone, Wi-Fi e tv, si accede a tre percorsi differenziati per i codici rossi, giallo e verde. Radiologia e tac saranno presto allestiti anche all’interno del pronto soccorso e un nuovo sistema digitale consentirà di tracciare i tempi del percorso nell’area emergenza del Policlinico. “L’obiettivo – ha detto Migliore – è quello di assicurare tempi di attesa meno lunghi e soprattutto di assicurare un percorso più adeguato e sicuro hai pazienti”. L’implementazione dei servizi ha richiesto anche un aumento della dotazione organica, con un incremento del 20% del personale, fino a 35 medici e 64 infermieri tutti destinati al pronto soccorso. Al termine dei lavori sarà attivo anche il nuovo varco di accesso per le ambulanze, che consentirà anche di migliorare la viabilità interna della cittadella ospedaliera.
“La prima cosa che abbiamo deciso di fare – ha detto il direttore del pronto soccorso, Vito Procacci – è stata quella di eliminare il vetro antiproiettile che prima divideva i pazienti dagli operatori preposti all’accoglienza. La vera protezione e sicurezza consiste nella comunicazione con i pazienti e nel rispetto reciproco, per questo la nostra nuova sala d’attesa non ha barriere”.

ansa

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO