Mara, la cantante coratina verso il suo nuovo inedito

0
119

Mara Musci, giovane cantante originaria di Corato (Ba), classe 1993, si è fatta conoscere dal pubblico grazie al suo primo inedito “Ci sono giorni” lavoro autoprodotto con la supervisione di Grazia Di Michele, nota nel settore per essere stata una degli insegnanti della scuola di “Amici”, talent show, tra i più seguiti, ideato e condotto da Maria De Fillipi e autrice per artisti quali Tosca, Irene Fargo, Annalisa Minetti, Viola Valentini, Rossana Casale e Ornella Vanoni.

Il successo di questo suo lavoro l’ha portata, tra l’altro, ad esibirsi sul palcoscenico del Teatro Filarmonico di Verona, il 18 giugno 2017, in occasione del “Premio Beatrice”, insieme a Dody Battaglia, Pierdavide Carone e altri ancora. In questa occasione ha ricevuto un premio per il videoclip del brano, realizzato con la collaborazione del team barese Soundmusic e della regista Faby Spaziani.

Ho avuto delle bellissime soddisfazioni con questo mio primo inedito – ha affermato la cantante –. Cantare a Verona in un teatro tanto importante, insieme a personaggi di prestigio della canzone italiana è stata certamente una delle esperienze più esaltanti”.

Attualmente la cantante coratina è a lavoro per il suo nuovo inedito, che evidenzia degli importanti cambiamenti personali e stilistici. In primis, quello più significativo ad una prima vista, è il suo nome d’arte, dove abbandona il suo cognome, per mantenere solo quello di battesimo Mara. Segue subito dopo il genere musicale. Infatti Mara si è spostata verso la musica indie pop, filone che va per la maggiore in Italia grazie ad artisti quali Thegiornalist, Calcutta, Ex-Otago, Gazzelle e altri ancora. Sebbene l’amicizia e la collaborazione con Grazia Di Michele sia sempre forte, la giovane cantante ha avviato un nuovo progetto con Davide Gobello, chitarrista che ha collaborato con Loredana Bertè e Fabrizio Moro e il cantautore Francesco Guasti, che ha partecipato a Sanremo Giovani, nel 2017, con la canzone “Universo”. “Chissenefrega”, in uscita a gennaio, è il primo brano di questa nuova collaborazione.

Questo mio cambiamento è dovuto a esperienze di vita che mi hanno portato ad analizzare in modo differente la scena musicale. Mi sono resa conto di essere un po’ ferma sul classico e sul cantautorato. Per questo mi sono rapportata a vari generi e ciò mi ha fatto crescere. C’è stato uno studio in primis su me stessa e su cosa mi potesse far essere realmente Mara. Credo che per un’artista sia importante avere ben chiaro il proprio essere e la propria musica”.

Infoline: 3479247408

redazione

Fumai Costruzioni
Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO