Frode in agricoltura, indagini della Gdf

0
388
Le mafie si sono spartite e controllano il mercato della raccolta illecita delle scommesse on line. E' quanto emerso al termine di tre diverse indagini delle procure di Bari, Reggio Calabria e Catania, coordinate dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo che hanno portato all'arresto di 68 persone e al sequestro di beni in Italia e all'estero per oltre un miliardo, 14 novembre 2018. Il volume delle giocate, riguardanti eventi sportivi e non, scoperto dagli investigatori di Guardia di Finanza, Polizia e Carabinieri, è superiore ai 4,5 miliardi. ANSA/ UFFICIO STAMPA COMANDO GENERALE GDF +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

La Guardia di Finanza sta eseguendo perquisizioni in diversi studi legali in varie città italiane nell’ambito di un’indagine su una presunta truffa in agricoltura.

L’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto di Bari Roberto Rossi, è stata avviata a seguito di una denuncia presentata dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. I reati ipotizzati sono associazione per delinquere finalizzata alla truffa e truffa aggravata.
A quanto si apprende, con la complicità di alcuni avvocati, le aziende agricole avrebbero ottenuto indebitamente finanziamenti pubblici dalla Regione Puglia destinati alle aree svantaggiate.

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO