«Vinilici Day» in proiezione al Multicinema Galleria di Bari: una serata speciale dedicata al mondo del vinile

0
87

Venerdì 23 novembre, a partire dalle 20,30, il Multicinema Galleria di Bari (Corso Italia 15, infotel: 080.521.45.63) organizza una speciale serata attorno a «Vinilici», il primo film completamente italiano (con la regia di Fulvio Iannucci) dedicato al mondo meraviglioso del disco in vinile. A 70 anni esatti dalla nascita del mitico supporto, il docufilm vuole indagare sul ritrovato interesse per la musica su vinile in Italia. I dischi in vinile, infatti, non sono più acquistati solo dai collezionisti, ma anche da una nuova e più ampia schiera di appassionati di diverse età. Si tratta di un nostalgico ritorno al passato o di un’opportunità per il futuro?

Se ne parlerà in sala, dalle 20,30, in un talk al quale prenderanno parte Cesare Veronico (coordinatore di Puglia Sounds), Carlo Chicco (dj, conduttore radiofonico, giornalista), Giovanni Verini Supplizi (proprietario del negozio di dischi Wanted Records e autore del libro «Bassa fedeltà»). Alle 21 partirà la proiezione del film, che si muove attraverso le testimonianze di musicisti, autori, collezionisti, audiofili, venditori, sociologi, appassionati. Vinilici è la storia di un’icona, il disco: dalla registrazione alla stampa, dalla distribuzione all’acquisto, dall’ascolto alla sua conservazione. Molte le personalità presenti nel film: Carlo Verdone, Renzo Arbore, Claudio Coccoluto, Elio e le Storie Tese, Renato Marengo, Mogol, Giulio Cesare Ricci, Red Ronnie, Lino Vairetti, Bruno Venturini ed altri ancora.

Il film parte da Napoli, originaria capitale della musica e del disco in Italia. E non è un caso: la Phonotype Record, fondata lì agli inizi del ‘900, è tra le prime case discografiche al mondo ad avere un autonomo stabilimento per la fabbricazione di dischi. Il filo conduttore del documentario è l’amore per il vinile, inteso nel vero senso del termine, perché evidenzia la musica come elemento imprescindibile nella vita di ognuno, anche se in modo sempre soggettivo. La scelta del titolo deriva infatti da un certo modo di vedere il vinile, quasi come una piacevole dipendenza, una «buona droga», come, del resto, tutta la musica. Vinilicinon è un documentario tecnico per pochi esperti ma il racconto di esperienze di appassionati che si uniscono in una storia più grande, quella del vinile.

Dopo la proiezione si terrà un after party al Summit Club di Bari (via Re David 199), con le selezioni viniliche di Franco Lastilla e Vito Santamato, dj e inguaribili collezionisti di dischi, proiezioni a tema ed esposizione di dischi a cura di Wanted Records.

redazione

LASCIA UN COMMENTO