X edizione di Novello sotto il Castello a Conversano: il programma

0
72

Innovazione e tradizione si incontrano con un obiettivo comune: valorizzare i tesori dell’enogastronomica pugliese. Ed è per questo che Novello sotto il Castello per la sua decima edizione, in programma dal 16 al 18 novembre a Conversano, punta esclusivamente sui prodotti tipici e le aziende del territorio.

 

 

 

NOVITÀ NEL SEGNO DELLO STREET FOOD

È la prima grande novità della nuova edizione della manifestazione che dal 2009 si tiene nel cuore del centro storico di Conversano. Il programma dell’evento è stato svelato nella serata di giovedì 8 novembre all’interno del Palazzo Vescovile di Conversano, durante l’incontro a cui hanno partecipato il presidente dell’associazione La Compagnia del Trullo, Antonio Innamorato, l’assessore regionale alla Pianificazione regionale, Alfonso Pisicchio, il sindaco di Conversano, Pasquale Loiacono, l’assessore alle Politiche culturali della città di Conversano, Francesco Magistà, l’assessore alle Attività produttive di Conversano, Francesco Minunni, il comandante della Polizia Municipale di Conversano, Enzo Teofilo, e l’arciprete della Cattedrale di Conversano, Don Felice Di Palma.

 “Il decimo è l’anno del cambiamento – ha ricordato Antonio Innamorato, non solo per l’attenzione maggiore al territorio, ma anche perché per poter continuare a sviluppare l’evento nelle aree limitrofe al Castello, abbiamo strettamente seguito le nuove indicazione dell’amministrazione comunale. Ci è stato infatti richiesto di evitare la preparazione dei cibi nella stretta perimetrale del Castello, ovvero su piazza Castello, piazza Conciliazione e in generale sulla prima parte di Corso Morea”. Ecco perché su quel tratto saranno installate 30 strutture prefabbricate dove si potranno acquistare le eccellenze dop pugliesi, dal Pallone di Gravina alla Burrata di Andria, passando per la Lenticchia, il Pane di Altamura e il Caciocavallo Silano.

Come sempre rimangono protagoniste le degustazioni, perfetta declinazione dello street food nostrano in un’inedita versione gourmet. I piatti cucinati nei 50 espositori gastronomici (dislocati in Anfiteatro Belvedere, a largo Porta tarantina in Corso Morea e in piazza XX settembre) saranno realizzati esclusivamente con prodotti tipici pugliesi, con combinazioni anche ‘ardite’ per soddisfare anche i palati più esigenti.

VINO E CALDARROSTE

In un’edizione che vuole essere un omaggio a quanto di buono fatto da Novello sotto il Castello negli ultimi nove anni, non possono mancare i due simboli storici: il vino e le caldarroste. Per la decima edizioni il numero delle cantine presenti arriva a 40, offrendo il frutto delle migliori uve provenienti da tutta la Puglia: da Martina Franca a Leverano, da Mottola a Cisternino e Andria.

Naturalmente da accompagnare con le classiche caldarroste, fornite anche quest’anno dall’azienda conversanese D’Ambruoso Fruit & Vegetables. Una combinazione speciale, che già nelle scorse edizioni ha attirato a Conversano circa 100mila visitatori, curiosi di assaggiare i tanti prodotti a presidio Slow Food e non solo.

SPAZIO ALLE ARTI

Già, perché Novello sotto il Castello non punta solo sulla valorizzazione dell’enogastronomia, ma a creare un percorso capace di far dialogare tra loro le arti, da quella produttiva degli artigiani a quella sonora dei musicisti. E in un’edizione all’insegna dell’amarcord di nove anni di successi, non può mancare un programma ancora più ampio e variegato, con 50 stand di artigianato locale (su corso Umberto I e Villa Garibaldi), 10 dibattiti e conferenze, 15 laboratori e 35 spettacoli itineranti.

 Da venerdì 16 a domenica 18 novembre tra le vie del borgo antico ci si potrà così far incantare dalle acrobazie degli artisti di strada, funamboli e clown di ‘Novello Circus – il circo di novello sotto il castello’, perdersi nel suggestivo incontro tra danza, poesia e vino offerto dallo spettacolo ‘Dal vino alla danza: poesia del corpo inebriato’ o farsi incuriosire dalle presentazioni letterarie e agli incontri di approfondimento che vedranno ospiti politici romanzieri, esperti, imprenditori e giornalisti.

L’arte non conosce orario a Novello: fino a tarda serata si potranno visitare le mostre ospitate in diversi spazi del borgo antico, oppure scoprire i più suggestivi monumenti della città, come il polo museale Museco (aperto da venerdì a domenica negli orari 9.00-13.00 | 16.00 -20.00), la Cattedrale e le chiese di San Benedetto, Santa Chiara e San Cosma (Ingresso dalle 20 alle 23 sabato 17 novembre e dalle 18 alle 22 domenica 18 novembre). La giornata conclusiva della manifestazione prevede anche visite guidate alla città, al Castello dei Conti e alla Pinacoteca Finoglio, organizzate a partire dalle 10 dalla Pro Loco di Conversano (per info e prenotazioni si può contattare il numero 0804951228 o scrivere a proloco.conversano@libero.it).

I CONCERTI

Spazio naturalmente alla musica, anche qui in un ideale abbraccio tra passato e futuro. Ad aprire i live sul palco realizzato per l’occasione in piazza Castello saranno venerdì 16 novembre i nuovi talenti conversanesi, con sonorità sperimentali come quelle degli Indie.Ferenti (alle 21). Da sabato invece si parte in un viaggio indietro nel tempo con un gruppo che hanno fatto la storia della manifestazione, portando il loro sound dal palco di Conversano, a quelli internazionali. Parliamo dei Municipale Balcanica, che dopo essere stati ospiti nel 2016 tornano il 17 novembre (alle 21) per presentare il loro nuovo album di inediti. Domenica invece una triplice proposta musicale, che spazia dal ritmo inarrestabile dei Skandemberg (alle 18), al mix musicale proposto dai Dark Angel (ore 20), senza dimenticare gli originali tributi al cantautorato italiano dei Konverband (ore 21).

PARCHEGGI E NAVETTE

L’organizzazione ha previsto anche un piano traffico e parcheggi, in collaborazione con la Polizia municipale di Conversano, che prevede l’istituzione di quattro aree di sosta raggiungibili da tutte le direzioni (SS 16, SS 100, SS 172, SP 215). Una volta parcheggiato il proprio mezzo, si potrà raggiungere con le navette l’area in cui si tiene la manifestazione enogastronomica.

 Insomma un programma ricchissimo, in continuo aggiornamento sul sito ufficiale della manifestazione, www.novellosottoilcastello.it. Per maggiori informazioni si può inviare una mail all’indirizzo info@novellosottoilcastello.it.

 Novello Sotto il Castello ha il patrocinio di Regione Puglia, Comune di Conversano e Gal Sud Est Barese. Un evento che da nove anni continua a mietere successi anche grazie al fondamentale apporto dei suoi partner, tra cui D’Ambruoso Fruit & Vegetables e Relais Il Santissimo e dei mediapartner Gruppo Norba e Fax settimanale. Va ricordato poi il supporto di Allianz Agenzia di Conversano – Monopoli, InnoviAir, Brofer, Longo, Magic Shop, Giocasport Creative Garden, Disa Impianti, Sonika Service, Stage System, Palcoscenico e Man solution s.r.l.

LE PAROLE DEGLI OSPITI

“Novello sotto il Castello è un evento che oramai si identifica con la città di Conversano – ha ricordato l’assessore regionale Pisicchio – È riuscita un’operazione complessa, che unisce arte e gastronomia in un dialogo continuo con la città. Il plauso più grande è l’essere riuscito recuperare l’idea di comunità e l’identità del territorio”.

“Dobbiamo constatare il grande impegno nella preparazione dell’evento da parte degli organizzatori, che credono fortemente in quello che fanno – ha spiegato il sindaco Loiacono – La speranza è che anche le altre manifestazioni di Conversano seguano il vostro esempio. Questo perché Novello è in linea con la nostra tradizione e il nostro essere città d’arte”.

“Quando si parla di evento culturale – ha sottolineato don Felice Di Palma – si pone una sfida a fare festa. È importante la scelta di aprire le chiese anche negli orari serali durante Novello, perché così si rafforza anche il bisogno di spiritualità, oltre a dare la possibilità di godere della bellezza di un’opera d’arte”.

“L’evento è stato preso dalla Prefettura come riferimento, viste le importanti misure di sicurezza che saranno messe in atto – ha aggiunto il comandante Teofilo – Noi saremo in piazza e distribuiremo anche degli etilometri portatili gratuiti, perché questa deve essere anche una festa della sicurezza”.

“Un plauso per i ragazzi dell’organizzazione che hanno sposato le indicazioni fornite dall’amministrazione – ha dichiarato l’assessore comunale Minunni – e soprattutto la filosofia della tipicità, a cui tengo molto. Novello sarà anche un test dal punto di vista turistico, per proseguire nei prossimi mesi con l’apertura serale dei monumenti principali di Conversano”.

“Va sottolineato il rispetto che gli organizzatori hanno avuto per il territorio, un elemento che da sempre tengono a cuore – ha concluso l’assessore comunale Magistà – Questo si vede anche nell’attenzione posta a gestire i flussi di traffico da tutti gli ingressi della città con il piano viabilità messo in piedi. Va ripetuto ancora una volta: Novello rappresenta l’identità della città”.

redazione

 

 

 

Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO