A Bari il campionato italiano di taekwondo (Palaflorio – dal 26 al 28 ottobre)

0
103

Sarà Bari a decretare i campioni italiani di taekwondo 2018. Il Palaflorio del capoluogo pugliese, infatti, sarà “teatro” della prestigiosa competizione che si svolgerà dal 26 al 28 ottobre, inaugurando la nuova stagione agonistica della spettacolare disciplina da combattimento.

 

 

Nel palazzetto del rione Japigia, infatti, infatti si terranno i Campionati Italiani Senior Cinture Nere di Taekwondo 2018 ed i Campionati Italiani Para-Taekwondo.

L’evento sarà presentato venerdi 26 ottobre, presso la sala Giunta del Comune di Bari (alle ore 12.15), alla presenza del Vice Sindaco del Comune di Bari, Pierluigi Introna, dell’assessore allo sport del Comune di Bari, Pietro Petruzzelli, nonché del presidente della FITA – Federazione Italiana Taekwondo -, Angelo Cito (pugliese doc, essendo originario di San Vito dei Normanni), del Segretario Generale FITA, Massimiliano Campo, del consigliere nazionale della FITA, Giuseppe Dellino, del Presidente del Comitato Regionale Puglia – FITA, Martino Montanaro e del Presidente CONI – Regione Puglia, Angelo Giliberto.

Tra le illustri presenze che seguiranno la manifestazione sportiva, inoltre, non mancherà Carlo Molfetta, oggi team manager della nazionale, ma autentico alfiere del taekwondo italiano e pugliese: indimenticabile, infatti, la medaglia d’oro conquistata dal taekwondoka di Mesagne alle Olimpiadi di Londa 2012.

I migliori atleti del panorama nazionale, dunque, si affronteranno nel prossimo weekend in una competizione ad eliminazione diretta che decreterà il Campione Italiano 2018 per ogni categoria.

La gara, inoltre, prevede l’applicazione del “Random Weigh-In”, una delle ultime novità del nuovo regolamento di combattimento della World Taekwondo, attivo dal Grand Prix di Roma 2018.

I numeri riassumono al meglio la portata dell’evento: ben 283 sono gli iscritti complessivi, tra cui 182 uomini e 101 donne. 126, invece, sono le squadre rappresentate. Da seguire, in particolare, le prestazioni degli atleti che hanno già intrapreso il percorso di qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020. A cominciare dal gioiellino pugliese Vito Dell’Aquila. Il 17enne originario di Mesagne, è una delle punte di diamante della nazionale ed occupa il 12esimo posto del ranking mondiale nella categoria -58kg. Presenti, inoltre, gli azzurri Roberto Botta (-80kg), Laura Giacomini(+67kg), nonché Martina Corelli (-49 kg) e Simone Crescenzi (-63 kg), rispettivamente medaglia d’oro e di bronzo al recente Greece Open. Tra gli emergenti, spiccano i nomi di Gabriele Caulo ed Assunta Cennamo, entrambi reduci dal bronzo conquistato alle ultime olimpiadi giovanili, a Buenos Aires. Nel dettaglio, il programma prevede da venerdì 26 le operazioni di peso per tutte le categorie femminili (dalle 9,30 alle 11,30) che scenderanno in gara a partire dalla 12,30. Dalle 9,00 di sabato 27, invece, toccherà alle categorie maschili -54, -58, -63, -68 kg, mentre domenica gareggeranno le categorie maschili -74, -80, -87 e +87 kg.

Che cosa è Il random weight in:

La verifica del peso a campione dell’atleta (random weight-in) verrà effettuata la mattina della gara, massimo due ore prima dell’inizio della competizione. Verranno sorteggiati il 20% degli atleti per ogni categoria e le percentuali verranno arrotondate per difetto o per eccesso. Esempio:

  • Categoria -58 kg: Atleti pesati 32. Il 20% di 32 è 6,4 -> andranno al random weight-in 6 atleti
  • Categoria -63 kg: Atleti pesati 33. Il 20% di 33 è 6,6 -> andranno al random weight-in 7 atleti

Gli atleti sorteggiati verranno pubblicati sul sito della Federazione Italiana Taekwondo www.taekwondoitalia.it un’ora prima dell’inizio random weight-in.

L’aumento di peso tollerato per poter accedere alla propria categoria sarà del 5%.

Esempio:

  • per la categoria -58 kg il massimo peso tollerato sarà 60,9 kg
  • per la categoria -80 kg il massimo peso tollerato sarà 84 kg

Non presentarsi o superare il massimo consentito comporta la squalifica.

Il processo delle operazioni di peso dovrà terminare entro 30 minuti dall’inizio della gara.

redazione

 

Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO