Crac Fse: revocato arresto all’imprenditore Beltramelli

0
85

Torna libero, dopo quasi nove mesi agli arresti domiciliari, l’imprenditore Carlo Beltramelli, imputato nel processo sul crac da 230 milioni di euro di Ferrovie Sud Est.

 

 

Il Tribunale di Bari ha accolto l’istanza presentata dai difensori di Beltramelli, gli avvocati Nicola Quaranta e Marco Cornaro, revocando la misura cautelare dei domiciliari e sostituendola con l’interdizione per un anno dall’attività imprenditoriale. Dinanzi ai giudici baresi si sta celebrando il processo per bancarotta nei confronti di Beltramelli e altre 14 persone, tra le quali Luigi Fiorillo, già commissario governativo, legale rappresentante e amministratore unico della società Fse (ancora detenuto). Il 6 novembre si terrà la prossima udienza e in quella data il Tribunale dovrà decidere se ammettere come parte civile la Regione Puglia (esclusa in udienza preliminare). Sono già costituiti, invece, i Ministeri dei Trasporti e dell’Economia, la stessa società Fse e Ferrovie dello Stato.

ansa

redazione

Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO