Bari, a sostegno di Pasquale Di Rella: Maria Carmen Lorusso candidata alle elezioni comunali 2019

0
17082

“Un’amica in Comune”:  è questo lo slogan elettorale di Maria Carmen Lorusso, avvocato e giornalista, candidata alle prossime elezioni comunali di Bari, a sostegno del candidato sindaco Pasquale Di Rella.

Un volto giovane per la politica barese, Maria Carmen Lorusso ha deciso di scendere in campo per dare il suo contributo al  cambiamento della città di Bari. L’abbiamo intervistata nel suo studio legale, gentile e accogliente, piena di grinta e con tanti buoni propositi.

 “Sono tanti i problemi che vive la nostra città – dichiara Lorusso – soprattutto quelli legati all’ambiente e all’ urbanizzazione. La città è sporca, poco sicura, carente sul piano della viabilità”. Sono questi, infatti, alcuni dei temi che quotidianamente il candidato sindaco Di Rella affronta in seno al Consiglio Comunale.

Un candidato che ammiro per la sua coerenza politica e per la  concreta presenza accanto ai cittadini baresi, un uomo preparato che rappresenta sicuramente una certezza per la città di Bari”,  commenta  Maria Carmen Lorusso relativamente a Di Rella. Quest’ultimo ha già costituito 3 liste a suo sostegno e in tanti scommettono che  l’ex presidente del consiglio comunale possa arrivare al ballottaggio con Antonio Decaro, probabile candidato sindaco del PD.

La Lorusso è attualmente conduttrice della  rubrica di salute  “Doctor Smart”,  in onda sulla tv web “Il Quotidiano Italiano”.  Il suo nome è stato avanzato da un giornale locale insieme a quello di altre donne che potrebbero candidarsi, invece, a sostegno di Decaro. A questo proposito la Lorusso, lady Olivieri, dichiara:  “Non sono spaventata, sono orgogliosa di presentarmi ai cittadini baresi libera e alla mia prima esperienza. Piuttosto,  chiederei a queste donne di riflettere su talune scelte politiche da parte dei mariti che manifestano il perseguimento di interessi personali e non quelli del bene comune”.

Antonio Carbonara

 

 

 

 

 

 

Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO