Il pianista russo di fama mondiale Daniil Trifonov al Petruzzelli di Bari (4 novembre 2018)

0
898

Il noto giornale londinese “The Times” lo ha definito: “senza dubbio il più strabiliante giovane pianista della nostra epoca”. Cresce l’attesa per l’arrivo a Bari di Daniil Trifonov, dopo una serrata trattativa la Fondazione Petruzzelli è riuscita ad inserire un concerto del pianista russo vincitore del Grammy Award, come appuntamento speciale fuori abbonamento della Stagione 2018. Domenica 4 novembre 2018 alle 19.00 al Teatro Petruzzelli di Bari il maestro Trifonov proporrà un recital dedicato a musiche di Beethoven, Schumann e Prokofiev. Il programma del concerto propone: Andante Favori in F di Ludwig van Beethoven, Sonata n. 18, Op. 31 n. 3 di Ludwig van Beethoven, selezione da Bunte Blatter di Robert Schumann, Presto Passionato Op. 22 di Robert Schumann e Sonata n. 8 in B-flat Major, op. 84 di Sergei Prokofiev. 

 

Gli Abbonati alla Stagione Concertistica 2019 della Fondazione Petruzzelli, potranno acquistare un biglietto per il concerto del maestro Trifonov ad un prezzo speciale:

  • platea e palchi I e II ordine € 20,00 (prezzo intero € 40,00), gradinata III, IV e V ordine centrale € 15,00 (prezzo intero € 30,00).
  • Loggione e posti a limitata visibilità € 10,00 (prezzo intero € 20,00).

Continua anche la Campagna Abbonamenti alla Stagione d’Opera ed alla Stagione Concertistica 2019 della Fondazione Petruzzelli, con la prelazione dedicata agli abbonati alle Stagioni 2018 che si concluderà giovedì 25 ottobre.

A partire da martedì 30 ottobre sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti.

La sottoscrizione dell’abbonamento 2019 garantirà anche un tangibile risparmio rispetto all’acquisto dei singoli titoli di ingresso per gli eventi in cartellone. L’abbonato alla Stagione d’Opera e Balletto 2019 avrà un risparmio del 25%, l’abbonato alla Stagione Concertistica 2019 del 40%.

Novità di quest’anno la possibilità di rinnovare l’abbonamento anche con bonifico bancario, scrivendo una mail ad abbonamenti@fondazionepetruzzelli.it

Il pianista russo dedica gran parte della sua stagione 2017-18 a un’esplorazione a lungo termine di Chopin. In ottobre pubblica Chopin: Evocations su Deutsche Grammophon, giustapponendo le composizioni di Chopin con opere di compositori del XX secolo da lui influenzati; Trifonov dà più di 20 recital su questo tema in tutti gli Stati Uniti, Europa e Asia, incluso uno alla Carnegie Hall come parte della serie di sette concerti Perspectives che cura nel corso della stagione. Combinando tecnica consumata con sensibilità e profondità rare, le sue esibizioni sono una costante fonte di soggezione. “Ha tutto e di più … tenerezza e anche l’elemento demoniaco. Non ho mai sentito niente del genere “, ha dichiarato la grande pianista Martha Argerich, mentre il “Financial Times” di lui ha scritto: “Ciò che lo rende un tale fenomeno è la qualità estatica che porta alle sue interpretazioni. … Piccola meraviglia che ogni capitale occidentale sia in balia di lui”. A completare la stagione di Trifonov è un tour in Asia in autunno con una combinazione di recital e spettacoli orchestrali; e tour europei con il violinista Gidon Kremer e Kremerata Baltica, la London Philharmonic e la Royal Concertgebouw Orchestra.

Discografia:

Destination Rachmaninov: Departure: Rachmaninov Piano Concertos 2 & 4 w/ Philadelphia Orchestra (to be released DG, 2018)

Trout Quintet: with Anne-Sophie Mutter (DG, 2017)

Chopin Evocations: Mahler Chamber Orch w/Mikhail Pletnev, Sergei Babayan (DG, 2017)

Preghiera: Rachmaninov: Piano Trios (DG, 2017)

Transcendental: completes Liszt concert etudes (DG, 2016)

Rachmaninov Variations: Philadelphia Orch/Nézet-Séguin (DG, 2015 – Grammy nomination)

The Carnegie Recital: Chopin, Liszt, Scriabin, Medtner (DG, 2014 – Grammy nomination)

Weinberg: Sonatina for Violin & Piano w/Gidon Kremer (ECM, 2014)

Chopin: Piano Concerto No. 1 w/Rajski, Polish Chamber Phil Orch (Dux, 2013)

Tchaikovsky: Piano Concerto No. 1 w/Gergiev, Mariinsky Orch (Mariinsky, 2012)

Daniil Trifonov plays Chopin (Decca, 2011).

Ufficio stampa Comune di Bari

redazione

LASCIA UN COMMENTO