“Un Altro Mondo per i Diritti della Pachamama”, dal Messico a Polignano a Mare per celebrare la madre Terra

0
331

Arrivato alla sua terza edizione, “UN ALTRO MONDO PER I DIRITTI DELLA PACHAMAMA”, organizzato da Un Altro Mondo e A.T.C. SottoSopra con il patrocinio del Comune di Polignano a Mare (Ba), si svolgerà il 26 Luglio prossimo nella splendida cornice della sede della Fondazione Maria Rossi Onlus, importante realtà del territorio che da anni porta aventi il progetto “Una cura per l’anima”, supportando , in vario modo, le famiglie in condizioni economiche precarie aventi un componente del nucleo familiare affetto da patologia oncologica.

 “UN ALTRO MONDO PER I DIRITTI DELLA PACHAMAMA” è un progetto ambizioso dove il tour internazionale di Alberto Ruz Buenfil ed il film di Thomas Torelli “Un Altro Mondo”, si intrecciano per far riemergere quell’antica coscienza secondo la quale tutti siamo parte di un unico Uno. I popoli nativi questa concezione la conoscevano benissimo: Pachamama infatti rappresenta l’antico culto venerato dai popoli andini del Sudamerica dove la Pacha (Terra) Mama (Madre) è al centro di ogni cosa. Secondo questa visione, qualsiasi cosa in natura appare come Sacra e Divina.

OBIETTIVO DEL TOUR

Il Tour Pachamama del 2018 toccherà tappe in tutta Italia, in Spagna e in Svizzera e sarà supportato da media di livello nazionale.

Polignano a Mare il 26 Luglio si articolerà in più momenti: una parte istituzionale, con la consegna della Carta dei Diritti della Terra e della Bandiera della Pace al Sindaco Domenico Vitto, presso il Comune, e una parte artistica e cerimoniale presso Madonna di Grottole (San Vito – Polignano a Mare), con la grande cerimonia in onore della Madre Terra, con musica, canti collettivi ed esperienze per entrare in contatto con se stessi e gli altri, officiata da Alberto Ruz Buenfil; a seguire un dibattito con Thomas Torelli e Antonio Giacchetti supportato dalla proiezione  di alcune parti dei film del pluripremiato regista; infine, cena a buffet e musica dal vivo.

COME PARTECIPARE

La cerimonia della mattina alle ore 11.30 presso il Museo Pino Pascali a Polignano a Mare dove la Carta dei Diritti della Terra sarà ufficialmente consegnata al Sindaco Domenico Vitto. La partecipazione è libera e chiunque può assistere e sostenere questo importante momento in cui istituzioni e cittadini si uniscono per rafforzare la propria consapevolezza ambientale e sostenere il cambiamento verso un mondo migliore, anche per le generazioni future, ed il passaggio da una visione antropocentrica (centrata sull’uomo) ad una visione geocentrica (centrata sulla Terra). Lottare per la difesa di quello che abbiamo di più caro e diamo sempre di più per scontato, non è un vezzo, ma un atto di responsabilità per gli abitanti di oggi e di domani.

L’incontro della sera, inizierà alle 18.30 presso Madonna di Grottole, meraviglioso parco naturale sede della fondazione Maria Rossi Onlus. Subito dopo l’arrivo, inizierà la celebrazione di Alberto Ruz Buenfil alla quale tutti i partecipanti prenderanno parte. A seguire, Thomas Torelli e Antonio Giacchetti interverranno sul tema con dibattito e proiezione di alcuni frammenti dei pluripremiati docufilm incentrati sulla Madre Terra. Alle 21.00 cena vegetariana/vegana con accompagnamento musicale dal vivo con la stupenda voce di Rosalba Santoro accompagnata dal chitarrista Michelangelo Musci,  i quali riempiranno di suoni dedicati alla Madre Terra il suggestivo frantoio ipogeo situato nel meraviglioso parco naturale.

L’ingresso all’evento è ad offerta libera e consapevole.

I partecipanti alla cerimonia sono pregati di portare con sé: un contenitore di vetro, e un oggetto da donare alla Madre Terra es. cristalli, conchiglie, tabacco, semi, dolci, acqua di lago, fiume, sorgente, sacchetti contenenti erbe mediche, ecc…

Chi vuole può portare strumenti musicali.

Per informazioni e prenotazioni contattare il numero 3487649373 oppure 3476877728

Sito web ufficiale http://www.unaltromondo.net/pachamamatour2018/

Approfondimento http://www.13lune.it/arguments.php?idArgs=505

COS’È LA CARTA DEI DIRITTI DI MADRE TERRA

Già accolta nelle legislazioni di Bolivia, Ecuador ed  in alcuni stati del Messico, afferma il principio fondamentale che LA TERRA È UN ESSERE VIVENTE, e come tale titolare di diritti inalienabili, che vanno garantiti, protetti e difesi. Perché serve una carta dei diritti? Perché Madre Terra è un’entità viva e non può e non deve essere sfruttata così come non lo devono essere tutti gli esseri viventi. Nel 1947 gli uomini hanno promosso la Carta dei Diritti dell’Uomo per dire a loro stessi che non si sarebbero mai più dovuti ripetere fenomeni di sfruttamento come la tratta degli schiavi. Oggi è importante ratificare delle norme precise per mettere al bando lo sfruttamento non solo degli esseri umani, ma anche del pianeta, degli animali, delle piante e di tutti gli altri esseri viventi che, al pari di noi, devono veder riconosciuti i propri diritti.

PERCHÉ È IMPORTANTE IL TOUR

“Voi trattate la terra come se vi fosse stata lasciata in eredità da vostro padre, come se dopo di voi non ci dovesse essere più nessun altro”, dicono i nativi americani. Loro la trattano invece come se l’avessero presa in prestito dai loro figli. E’ questa la grande differenza. Loro guardano e si preoccupano delle generazioni future, noi ci comportiamo come se non ci fosse un domani. Per questo serve una responsabilità penale perseguibile davanti alla legge per chi fa del male a Madre Terra provocando danni irreparabili ed erodendo le sue ricchezze.

I PROTAGONISTI

Alberto Ruz Buenfil (Coyote Alberto), messicano, figlio dell’archeologo Ruz Lhuillier, noto scopritore della tomba reale di Pakal a Palenque. Con più di quarant’anni dedicati allo studio, la creazione e la promozione della Cultura della Pace, è un vero pioniere, veterano e storiografo del movimento degli eco-villaggi, delle reti bio-regionali e del cambio sociale e spirituale. Maestro di cerimonia, Fondatore della Caravana Arcoíris por la Paz che ha viaggiato per 17 paesi del Centro e Sudamerica (1996-2009), è scrittore, co-fondatore della Comunità Ecologica Huehuecoyotl a Tepoztlan in Messico, creatore e cordinatore del Consejo de Visiones Guardianes de la Tierra-México(1990-2015). E’ tra i coordinatori del Primo Foro Mondiale per i Diritti della Madre Terra che si è tenuto in Messico nel giugno 2016.

Antonio Giacchetti, avvocato ed esperto di civiltà Maya e di “cicli del tempo”. Ha tradotto Il Fattore Maya, il bestseller internazionale del maggior esperto internazionale sul calendario Maya il Dott. José Argüelles, Ph.D. È un dei protagonisti del film Un altro mondo di Thomas Torelli. È il coordinatore nazionale del PAN italiano (Planet Art Network).

Thomas Torelli, nasce a Roma nel 1975. Dopo il diploma si specializza in fotografia e l’immagine diviene il suo lavoro. Scrive, produce e dirige diversi documentari, tra cui Zero – Inchiesta sull’11 Settembre, distribuito in tutto il mondo e in concorso nel 2007 al Festival del Cinema di Roma, Sangue e Cemento sul terremoto in Abruzzo (55.000 copie in dvd e candidatura ai Nastri d’Argento come Miglior Documentario) e, nel 2014, Un Altro Mondo , vincitore di numerosi festival, acclamato da pubblico e critica, e proiettato in più di quattrocento eventi dalla sua uscita, un film definito illuminante che ha rivoluzionato il concetto di distribuzione indipendente in Italia. Nel gennaio 2017 esce con Food ReLOVution , un documentario che pone l’accento sui danni causati dall’industria alimentare all’ambiente, a l’uomo e agli animali. E’ in uscita il suo ultimo lavoro “Choose Love”, un film documentario incentrato sulla forza dell’amore.

PATROCINI

Comune di Polignano a Mare.

COLLABORAZIONI E PARTNER

Almo Nature, Dolce Vita, Terra Nuova, Italia che cambia, PAN Italia, Maiakera, Coesistenza Creativa, Fondazione AgriCulture,  Fondazione Maria Rossi Onlus, L’Antico Casale.

redazione

LASCIA UN COMMENTO