“In Ogni Senso Festival”, dal 16 al 22 luglio 2018 nel Centro Storico a Giovinazzo (BA)

0
720

Dopo il successo dell’anno scorso torna dal 16 al 22 luglio 2018 nel centro storico di Giovinazzo “In ogni senso festival”. Il Festival delle parole lette, dette, scritte, urlate, inventate, taciute, disegnate, cantate, animate, perdute, riscoperte, ideato da Ileana Spezzacatena, presidente di “Tracce”, l’associazione culturale che organizzerà l’evento con il patrocinio dell’amministrazione comunale.

 

Fil rouge di tutto il programma, dedicato non solo agli adulti, ma anche ai bambini: la “carta”. Un materiale spesso svalutato, dato per scontato, ma in realtà, nonostante si sia in un’era completamente digitalizzata, un materiale essenziale nella vita di tutti i giorni, capace di trasformarsi in oggetti non solo utili, ma anche in oggetti preziosi, che hanno segnato la vita di tutti: documenti, lettere, biglietti di auguri, di viaggio o di un concerto, banconote, fotografie, giornali, libri, fumetti riviste, tarocchi.

Si comincia lunedì 16 luglio alle ore 19.30 presso la Sala San Felice con la presentazione di “In ogni senso festival” e l’inaugurazione della mostra “Carta che passione”, dedicata ad alcuni degli utilizzi della carta e alle diverse sembianze che tale materiale può assumere grazie alla maestria di artisti come Luigia Bressan, Aniello Palmieri e Loredana Redavid. La mostra sarà visitabile fino al 22 luglio dalle ore 18 alle ore 22.

Martedì 17 luglio alle ore 20.30 in Piazza Umberto I, appuntamento con il reading musicale “Vento nel Vento – dieci anni di Battisti e Mogol” tratto dal libro omonimo di Fulvio Frezza, che nel corso della serata sarà la voce narrante, accompagnata da Domenico Mezzina (chitarra e voce).

Anche quest’anno durante il Festival si svolgeranno presso la Sala San Felice dalle ore 18 alle ore 20.00 dei laboratori gratuiti, momenti di condivisione, sperimentazione e anche un mettersi alla prova.

Mercoledì 18 luglio si svolgerà “Poesie tra le pieghe”, laboratorio di Cut-up secondo il Metodo Caviardage® condotto da Immacolata Mancino e Letizia Cobaltini, Formatrici Certificate del Metodo Caviardage® di Tina Festa. Un metodo che racchiude diverse tecniche di scrittura creativa poetica, che aiuta a scrivere poesie e pensieri non partendo da una pagina bianca, ma da testi già scritti: pagine strappate da libri da macero, articoli di giornali e riviste. Età minima per partecipare al laboratorio 10 anni.

Giovedì 19 luglio si darà spazio alla “Musica di carta” a cura di Anna Catino e della Scuola di Musica Filippo Cortese. I ragazzi tra i 6 e i 13 anni proveranno a esplorare il potenziale sonoro dei vari tipi di carta.

Venerdì 20 luglio, invece, mani in pasta con “Cartascultura, il laboratorio sull’antica arte della cartapesta a cura di Luigia Bressan. I partecipanti all’evento (età minima 6 anni) avranno la possibilità di scoprire tutti i passaggi tecnici che permettono la creazione di un manufatto.

Evento clou del festival, il tradizionale appuntamento con la XIV edizione di “Poesie al balcone”. Sabato 21 luglio a partire dalle ore 20.30 in Piazza delle Benedettine poeti dilettanti e non condivideranno in pubblico le proprie emozioni alternandosi alle note dei musicisti Giuseppe De Trizio (chitarra classica) e Adolfo la Volpe (chitarra elettrica e chitarra classica) e alle performance con abiti-scultura in cartapesta – realizzati da Luigia Bressan – che vedrà protagonisti Claudia Cavalli (ballerina) e Vito Cassano (coreografo). A presentare la serata la giornalista Annamaria Natalicchio.

Per informazioni e iscrizione ai laboratori gratuiti contattare il 3477818249.

Associazione Tracce – Pagina Facebook

SINESTESIE MEDITERRANEE

redazione

LASCIA UN COMMENTO