Sicurezza a Cellamare, l’opposizione chiede la convocazione di un Consiglio Straordinario

0
883

Allarme a Cellamare sul  versante sicurezza. E’ da tempo che si verificano nel piccolo paese della provincia di Bari furti in case e attività commerciali e altri episodi di microcriminalità che stanno preoccupando i cittadini.

 

 

Dalla propria pagina facebook il sindaco di Cellamare, Michele De Santis, comunica di essermi mosso  con tempestività, in precedenza allertando i Carabinieri della stazione locale e successivamente il Prefetto. “Cerchiamo di non fare inutile allarmismo e scarsa informazione, Cellamare era e rimane, nella provincia uno dei paesi più tranquilli, più vivibili e con scarsa presenza di criminalità, d’altronde i dati delle denunce presentate e delle semplici segnalazioni parlano chiaro.  Certo si può e si deve migliorare, più controlli più presenza delle forze dall’ordine, ma anche tanta collaborazione da parte dei cittadini. Lavoriamo per questo, uniti e con una collaborazione fattiva raggiungeremo tutti i traguardi prefissati per il bene della nostra comunità“.

L’opposizione, a firma dei consiglieri Gianluca Vurchio, Piero Positano, Michele Laporta, Nicola Di Gioia e Elena Zammataro in data 28 giugno 2018 hanno depositato una richiesta di convocazione di consiglio comunale, in sessione straordinaria e chiedendo la presenza della dott.ssa Marilisa Magno, Prefetto di Bari.

I consiglieri firmatari suggeriscono alcune soluzioni:  la necessità di un strategia complessiva sul tema della sicurezza, che si declini in iniziative concrete anche da parte dell’amministrazione comunale, considerando l’ormai improrogabile necessità di provvedimenti che incidano nel contrasto alla microcriminalità e alla percezione della sicurezza;  tutte le attenzioni possibili per scongiurare l’avvenimento d episodi legati alla criminalità, mettendo in campo azioni per il ripristino della legalità e della sicurezza nel territorio locale.

Antonio Carbonara

 

 

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO