Puglia punta su depurazione acque reflue

0
571
Vasca depuratore acquedotto pugliese

BARI, 2 LUG – La Regione Puglia investe circa 4,7 milioni di euro per “progetti all’avanguardia” che consentiranno risparmio idrico, monitoraggio degli inquinanti nella falda, la depurazione dei reflui e il trattamento dei fanghi per il loro riutilizzo in agricoltura.

Lo ha annunciato questa mattina a Bari l’assessore ai Lavori pubblici e Trasporti della Regione Puglia, Giovanni Giannini, in occasione della sottoscrizione di sette disciplinari con altrettanti enti che si occuperanno della messa in opera degli interventi. “Trasformeremo un rifiuto – ha detto l’assessore – in una risorsa utilissima per l’agricoltura, e controlleremo la presenza di sostanze inquinanti al di sopra dei limiti consentiti dalle normative vigenti nelle acque marine e in quelle sotterranee”. “La depurazione – ha sottolineato – è un tema che ha risolto la Giunta regionale prendendo il toro per le corna: da 36 procedure di infrazione dell’Unione europea siamo arrivati a tre, due delle quali prossime alla risoluzione”.

ansa

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO