Petruzzelli di Bari: Suoni di Pace concerto celebrativo, aspettando il Santo Padre e i Patriarchi

0
791

Giovedì 5 luglio alle 20.30 al Teatro Petruzzelli è in programma il concerto “Suoni di Pace”. Aspettando il Santo Padre e i Patriarchi.

Il concerto celebrativo in onore dell’incontro ecumenico per la pace in Medio Oriente è a cura dell’Arcidiocesi di Bari-Bitonto, in collaborazione con il Comune di Bari e la Fondazione Petruzzelli.

Monsignor Francesco Cacucci, il sindaco di Bari e Presidente della Fondazione Petruzzelli Antonio Decaro, il sovrintendente della Fondazione Petruzzelli Massimo Biscardi.

Dirigerà l’Orchestra del Teatro Petruzzelli il maestro Michele Nitti, solista Valentina Farcas (soprano).

Il programma del concerto sarà dedicato a Et incarnatus est dalla Messa in do minore, KV 427, di Wolfgang Amadeus Mozart ed alla Sinfonia n. 6 in Fa maggiore, op. 68 “Pastorale”, di Ludwig van Beethoven.

I biglietti con posto assegnato hanno un costo di 5 euro e sono in vendita al Botteghino del Teatro Petruzzelli e su www.bookingshow.it.

Informazioni: 080.975.28.10.

Michele Nitti, direttore

 

Considerato uno fra i più talentuosi giovani direttori d’orchestra italiani, Michele Nitti è altresì un parlamentare della Repubblica Italiana, membro della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione presso la Camera dei Deputati. Laureato in Lettere con 110/110 e Lode, all’età di 24 anni si diploma brillantemente in Direzione d’orchestra presso il Conservatorio di Musica di Milano, dove viene nominato “miglior allievo di Direzione d’Orchestra”. Dopo la specializzazione con S. Mas Conde a Vienna, Riccardo Muti lo ammette a perfezionarsi con lui sul repertorio operistico italiano. È direttore ospite di importanti istituzioni concertistiche come l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, la Fondazione Pergolesi-Spontini, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, il Teatro Petruzzelli, l’Orchestra Milano Classica, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, l’Orchestra Filarmonica Ucraina di L’vov, il Christ Church Cathedral Choir di Dublino, l’Orchestra Nuova Cameristica di Milano, l’Orchestra della Magna Grecia, l’Orchestra Sinfonica di Lecce, l’Orchestra Filarmonica di Milano, l’OPECAM di Milano, l’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole. Ha diretto concerti presso il Teatro Pergolesi di Jesi, il Teatro delle Muse di Ancona, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo, il Teatro Municipale dei Filodrammatici di Piacenza, il Teatro delle Erbe di Milano, il Teatro Rossi di Macerata, il Teatro Gentile di Fabriano, il Teatro dell’Aquila di Fermo, il Teatro Comunale di Ventimiglia, il Teatro Politeama Greco di Lecce, la Palazzina Liberty di Milano. Ha diretto solisti prestigiosi come Francesco Manara, primo violino del Teatro alla Scala di Milano, Francesca Dego, Francesco D’Orazio, Tina Guo, Jelena Ocic, Lorenzo Di Bella, Ilia Kim, Ludmil Angelov, Valentina Farcas, Gabriella Sborgi, Maria José Siri. Tra le numerose le prime assolute affidate alla sua direzione ricordiamo la “Parafrasi del Magnificat di Monteverdi” di R. Silvestrini per la Fondazione Pergolesi-Spontini, il Concerto Franco-Americano di J. Wiener per la Sinfonica di Sanremo, Vertige di Luca Macchi, il Concerto per violoncello e orchestra di A. Senderovas, la Rock Symphony Psiche e Amore di Giovanni Tamborrino (Premio Abbiati). Nel 2006 ha esordito a Parma in ambito operistico con La Bohéme di G. Puccini (regia: Renato Bonajuto), poi diretta a Milano in una nuova produzione con la regia di Ruggero Bogani e Maria José Siri nel ruolo di Mimì. A Piacenza ha ottenuto grande successo con la direzione de Il segreto di Susanna di E. W. Ferrari, mentre per la Stagione Lirica di Lecce ha diretto La Traviata di Verdi (regia: Alessio Pizzech). Ha recentemente inciso per la Bongiovanni con l’Orchestra Milano Classica. Ricopre la cattedra di Esercitazioni Orchestrali presso il Conservatorio di Musica di Lecce.

Valentina Farcas, soprano

Nata in Romania, dopo il diploma in pianoforte alla Musikakademie di Bukarest ha intrapreso lo studio del canto alla Hochschule di Essen diplomandosi con lode.

Ha lavorato con prestigiosi direttori quali Kirill Petrenko,René Jacobs, Jeffrey Tate, Bertrand de Billy, Gerd Albrecht,Thomas Hengelbrock, Daniel Harding, Ivor Bolton, Riccardo Muti, Riccardo Chailly, Fabio Luisi.

Tra le sue performances più importanti si segnalano: il ruolo di Blonde in Die Entführung aus dem Serail ai Salzburger Festspiele, produzione pubblicata poi su DVD dalla DECCA, ruolo riproposto poi al di San Carlo di Napoli e al Mozart Festival de La Coruña; Gilda nel Rigoletto a Berlino, al Savonlinna Festival in Finlandia, al Teatro Massimo di Palermo e alla Deutsche Oper Düsseldorf; il ruolo di Adele a Berlino e ad Amsterdam; Raffaele ne Il ritorno di Tobia di Haydn all’Accademia Santa Cecilia di Roma; Susanna ne Le nozze di Figaro in Florida e Lyon; Pamina nel Die Zauberflöte a Genova e Roma; Liù nella Turandot a Parma, Cagliari e Bari; Giulietta ne I Capuleti e i Montecchi a Ravenna, Cremona, Brescia, Rieti, Varsavia, Bremen, Stavanger; Donna Farinella neIl pasticcio ovvero L’ape musicale di Mozart al Theater an der Wien per la direzione di B. de Billy; Solveig nel Peer Gynt di Grieg a Trieste, diretta da G. Albrecht; Adina ne L’elisir d’amore ad Amsterdam; Musetta ne La bohème a Parma diretta da B. Bartoletti, L’enfant et les sortiléges alla RAI di Torino diretta da P. Rophé; Zerbinetta nell’Ariadne auf Naxos a Bilbao, Jenny in Aufstieg und Fall der Stadt Mahagony a Tolosa, Woglinde in Rheingold e nel Götterdämmerung a Bari; Asteria in Telemaco di Gluck al Theater an der Wien diretto da René Jacobs, Lucia di Lammermoor alla Palm Beach Operae Chemnitz; Marzelline in Fidelio a Cagliari; Lisetta ne Il matrimonio segreto al Festival di Spoleto con I. Bolton; Sophie in Der Rosenkavalier alla Semperoper di Dresda con Peter Schneider; Frau Fluth ne Le allegre comari di Windsor a Losanna; Blanche in Les dialogues des Carmélites al Teatro Petruzzelli di Bari, Valencienne in La vedova allegra al di San Carlo di Napoli; Rautendelein in La campana sommersa di Respighi a Cagliari; Violetta ne La traviata a Taiwan, Cleopatra in Giulio Cesare di Händel alla Komische Oper di Berlino. I suoi impegni recenti comprendono il Così fan tutte nel ruolodi Despina a Tokyo, Piramo e Tisbe a Valencia nel ruolo del titolo, Nannetta nel Falstaff al Teatro Regio di Torino, Adele in Der Fledermaus al Teatro Petruzzelli di Bari.

Intensa anche l’attività concertistica tra cui si segnala: Lobgesang di Mendelssohn con l’Orchestra della Rai per la direzione di Christopher Hogwood, Vespere Solemnis de Confessore di Mozart al Maggio Musicale con Riccardo Muti, Midsummer night’s dream di Mendelssohn al Musikverein di Vienna per la direzione di Fabio Luisi, DieSchuldigkeit des ersten Gebots di Mozart ai Salzburger Festspiele diretto da Ivor Bolton, la Sinfonia n. 2 di Mahler a Glasgow con Peter Oundjian, la Sinfonia n. 8 di Mahler a Milano diretta dal maestro Riccardo Chailly.

redazione

 

Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO