Dellerba pubblica il suo primo inedito: 40 anni suonati

0
286

Da venerdì 22 giugno sarà disponibile sul Youtube e in pre-ordine su iTunes, “40 anni suonati” il brano d’esordio del cantautore tarantino Dellerba, edito dalla Stranamente Music.

 

 

 

Questo progetto di Fabio Dell’Erba (nome anagrafico del cantautore) è un inno alla vita ed un urlo generazionale. La canzone, che sposa i suoni rap degli anni 90 ma con forti influenze indie/pop di ultima generazione, lancia il messaggio a tutti i quarantenni che non devono sentirsi impossibilitati a realizzare i propri sogni, ma al contrario hanno tutte le capacità per farlo. A 40 anni forse si è già grandi e capita di avere nostalgia degli anni della giovinezza, quando tutto era possibile e quando il mondo era migliore, quando tutto si poteva fare e anche le scelte sbagliate erano crescita. Ma con “40 anni suonati”, Dellerba fa risuonare la voglia di sentirsi degli eterni Peter Pan e soprattutto quella di andare avanti e non fermarsi mai.

A quasi 43 anni, sposato da 10 e padre di due bambine, dopo una vita dedicata alla musica, alle discoteche e a far divertire la gente con la sua passione fin da ragazzino per le pubbliche relazioni, hobby che è diventato, dopo il matrimonio, attività di famiglia con la “Sisters Eventi” della moglie Catrin, Fabio Dell’Erba è giunto alla sua prima esperienza cantautoriale. Nell’inverno lasciatoci alle spalle è sbocciata in lui una nuova vena artistica. Ha iniziato prima a scrivere dei testi per gioco e successivamente si è voluto cimentare con un’idea più grande che è sfociata nel primo brano “40 anni suonati”.

Il progetto ha preso vita grazie anche alle numerose e felici coincidenze. L’incontro di grandi professionisti del settore, quali i compositori Gabriele Semeraro e Alberto Dati, la cantante Anèt, il regista Vito Marinelli, autore del videoclip presentato in anteprima lo scorso sabato, l’editore Rosario Sportelli e tanti altri, hanno portato Dell’Erba a dare forma alla sua idea.

Infoline: 3933302247

redazione

Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO