Palagiustizia Bari, per Legnini serve dl: Csm farà presto richiesta formale al Ministro

0
602
Sono cominciate nelle tre tensostrutture montate dalla Protezione civile regionale le udienze di rinvio dei processi penali ordinari, dopo la dichiarazione di inagibilità del Palagiustizia barese di via Nazariantz, Bari, 28 maggio 2018. All'ingresso del palazzo ci sono i bagni chimici, poi un totem con le indicazioni delle aule d'udienza allestite in altrettante tensostrutture montate sul parcheggio sterrato, quindi il gazebo giallo con i carabinieri che fanno i controlli. La tenda più grande, quella da 200 mq, è refrigerata mentre le altre due, da 75 mq l'una, non hanno condizionatori. ANSA/ FASANO

Il Csm avanzerà formalmente la richiesta al ministro della Giustizia di intervenire con un decreto legge sull’emergenza del Palagiustizia di Bari.

Lo ha detto il vice presidente del Cam Giovanni Legnini che ha chiesto di intervenire sull’emergenza giustizia a Bari così come si fece a seguito del terremoto dell’Aquila. “Se vogliamo far sì che non si realizzino situazioni di difficoltà come la prescrizione dei processi – ha detto – occorre intervenire con strumenti normativi, procedurali e con risorse, come si fa a seguito di calamità naturali”. “Ho vissuto la vicenda dell’Aquila – ha aggiunto -, anche lì si verificò la paralisi dell’attività giudiziaria e anche lì si intervenne con decreto”.

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO