Palagiustizia di Bari verso lo sgombero: per il Procuratore ‘fondamenta non solide, su terreno limoso e argilloso’

0
537
BARI - Tribunale di Bari, Sezione Penale.

“Al 90 per cento chiudiamo e andiamo”. Il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, ha annunciato l’alta probabilità di sgombero immediato, già a partire da domani, del Palagiustizia di via Nazariantz, che ospita la Procura e il Tribunale penale.

 

In una riunione con avvocati, personale amministrativo, pg e sindacati, Volpe ha spiegato che da una relazione commissionata dall’Inail, ente proprietario dell’immobile, e depositata venerdì scorso, emerge la “urgenza e lavori di consolidamento improrogabili, incompatibili con la nostra permanenza nella struttura”. In particolare, ha spiegato Volpe, “la platea di fondazione del palazzo non è solida e poggia su terreno limoso e argilloso”, “il calcestruzzo di pilastri, solai e muri è di pessima qualità e non risponde neanche ai parametri minimi antisismici”. Il procuratore ha evidenziato che i tecnici sottolineano come “l’insicurezza sussista anche in assenza di scosse sismiche” e che “gli interventi di consolidamento eseguiti dall’Inail nel 2012 sono stati inutili”.

ansa

redazione

Biofarma

LASCIA UN COMMENTO