Giovani talentuosi al Petruzzelli di Bari con l’orchestra Sinfonica Nazionale dei Conservatori italiani

0
549

Un programma decisamente generoso quello offerto dall’Orchestra Sinfonica Nazionale dei Conservatori italiani diretta dal M° Lonquich, un progetto sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con l’obiettivo di far conoscere e promuovere il sistema dell’alta formazione musicale. L’orchestra formata degli studenti provenienti dai vari conservatori italiani ha incantato il pubblico per più di due ore.

 

 

Il programma della serata è cominciato con il Concerto n. 4 di Beethoven dove il M° Lonquich ha assunto la duplice veste di pianista e direttore sapendo coniugare perfettamente i due ruoli. Ha suonato con una sorprendente varietà di tocco per valorizzare meglio ogni momento, ma sempre all’interno di una visione lirica, serena, assolutamente priva di conflitti. L’orchestra, inoltre, ha saputo fondersi perfettamente con i colori e le dinamiche del pianista.

Il direttore pianista ha inoltre concesso un bis suonando dai Phantasiestücke per pianoforte, op. 12 di Schumann il brano musicale che apre la raccolta: Des Abends (A sera) con il suo ritmo quieto e cullante, una melodia dolce e carezzevole con quegli arpeggi che creano un affascinante tono intimo e sognante.

Dopo l’intervallo, l’immensa Sinfonia n. 9 di Schubert, “La Grande”. Questa volta a farsi spazio è l’Orchestra dei migliori studenti talentuosi italiani che sotto la direzione del Maestro ha dato il meglio di sé riuscendo a coniugare precisione tecnica a sentimento, rigore stilistico a generoso slancio lirico.

Ci auguriamo di poter riascoltare sullo stesso importante palco, quale quello del Teatro Petruzzelli, i giovani talenti quando avranno acquisito ulteriore maturità musicale frutto di studio e di continua dedizione.

Angela Didonna

 

LASCIA UN COMMENTO