Uniba festeggia i primi atleti di interesse nazionale che conseguono la laurea

0
400

Nel 2016, l’Università degli Studi di Bari ha intrapreso un percorso di valorizzazione dello sport come elemento strategico di rilancio e di promozione della coesione e dell’appartenenza, attraverso l’adozione del regolamento studenti atleti.

 

 

UNIBA ha festeggiato la laurea dei primi due atleti di interesse nazionale che hanno scelto l’Ateneo Barese come sede dei propri studi in Scienze delle Attività Motorie e Sportive.

Il primo dei laureati dottori è Michele Quaranta, sottocapo e atleta di Canottaggio del Gruppo Sportivo Marina Militare, che vanta un palmares di tutto rispetto, essendo stato campione mondiale under 23 nella categoria PL e avendo rappresentato l’Italia nelle Universiadi 2015. Insieme a lui consegue la laurea Alessandro Porcelli, pallavolista che ha già militato in Superlega con l’Exprivia Molfetta ed è stato campione nazionale universitario di Beach Volley.

Festeggiano insieme all’Università le Federazioni Italiana Canottaggio e Pallavolo, presenti con propri delegati alla cerimonia.

“Abbiamo avviato un percorso virtuoso” afferma il Magnifico Rettore Antonio Felice Uricchio“ che sta mettendo l’Università di Bari al centro dell’attenzione dei giovani talenti sportivi, che scelgono di coniugare il sogno dello sport con lo studio e la laurea. Abbiamo già diverse richieste per il prossimo anno, molte delle quali provengono da atleti di regioni del Nord Italia”.

“L’Università ha creduto nello sport come strumento per il proprio sviluppo e oggi cominciamo a raccoglierne i frutti; in questo senso, abbiamo voluto valorizzare risorse importanti, come il locale Centro Universitario Sportivo o il corso di studio in Scienze delle Attività Motorie e Sportive” chiosa il prof. Silvio Tafuri, presidente del Comitato per lo Sport.

“Tanti anni fa il prof. Moretti – che presiede la seduta di laurea- accettò la sfida di impiantare un nuovo corso di laurea in Scienze Motorie a Bari. Oggi dimostriamo che il corpo docente è stato all’altezza della sfida lanciata ed è riuscito a far guadagnare al nostro corso di studio un

rilievo nazionale” sottolinea Angela Notarnicola, coordinatore del corso di studio in Scienze Motorie.

“Il CUS Bari è orgoglioso di essere partner dell’Ateneo in questo percorso di rilancio dello sport nelle sue dimensioni culturali e sociali”, chiude il dott. Giuseppe Seccia, presidente del CUS Bari.  I neo-dottori sono tra i primi a poter ricevere, dalle mani del Rettore, la pergamena di laurea, secondo il nuovo sistema messo appunto dall’Ateneo che consente la consegna dell’attestato al termine dell’esame di laurea.

redazione

Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO