App ‘Civic sense’ per segnalazioni pubblica utilità, da Bari l’idea innovativa

0
680
epa06398356 (FILE) - The logo of the messaging application WhatsApp (C) is pictured on a smartphone screen with the Facebook (top L) app logo in Taipei, Taiwan, 26 September 2017 (reissued 19 December 2017). According to reports, the German cartel office on 19 December 2017 found that Facebook has abused its dominant market position. The preliminary findings suggest that Facebook's targeted advertising also uses third-party data collected from the social network's subisidiaries WhatsApp and Instagram. EPA/RITCHIE B. TONGO *** Local Caption *** 53792247

Una sola app in grado di raccogliere tutte le segnalazioni di pubblica utilità dei cittadini, dal lampione rotto alla buca stradale, senza dover ricercare la soluzione tecnologica adottata – eventualmente – dalla singola amministrazione comunale.

 

 

È l’idea che ha convinto 250 studenti dell’Università di Bari e rappresentanti di alcune delle principali realtà imprenditoriali IT della Puglia che hanno partecipato al ‘Project & Career Day’ organizzato dal SerLab (Software Engineering Research Laboratory) dell’ Università di Bari con il supporto del Distretto Produttivo dell’Informatica pugliese. ‘Civic sense’ è composto da una piattaforma e un’app per smartphone che potrebbe essere usata dalle amministrazioni locali per dare più velocemente risposte alle segnalazioni dei cittadini, superando i vincoli posti oggi dalle applicazioni già adottate dalle città più ‘smart’. Il progetto potrebbe essere usato anche da grandi aziende per raccogliere le segnalazioni di utenti su rotture o guasti e di geolocalizzarli.

ansa

redazione

LASCIA UN COMMENTO