“La notte della rabbia”, gli anni di piombo nel romanzo di Roberto Riccardi: incontro a Turi con gli alunni

0
433

Turi- Giovedì 8 marzo, alle ore 10.00, presso l’auditorium dell’istituto di istruzione secondaria superiore Pertini-Anelli di Turi (BA), gli alunni seguiranno una lezione di storia contemporanea, incentrata sui tragici fatti accaduti in Italia durante gli anni di piombo.

 

Per l’occasione sarà presente il Colonnello CC. Roberto Riccardi, Capo dell’Ufficio Stampa dell’Arma dei Carabinieri di Roma, barese di nascita, scrittore e giornalista, autore del suo ultimo romanzo “LA NOTTE DELLA RABBIA”, edito da Einaudi.

Il Prof. Osvaldo Buonaccino d’Addiego, nel suo comunicato scrive: “La conversazione sarà basata sul decennio che va dal 1970 al 1980, aperto con la strage nella Banca dell’Agricoltura di Milano e conclusosi tragicamente con la morte di Aldo Moro, di cui quest’anno ricorre il 40° anniversario del suo assassinio per mano delle Brigate Rosse. Infatti, nel romanzo diversi sono i riferimenti a fatti e persone che animarono quel periodo e che, purtroppo, nella scuola italiana ancora non si studia.

L’incontro quindi potrà servire come utile preparazione per gli alunni delle quinte classi, in vista dei prossimi esami di stato, oltre che come necessaria conoscenza di un periodo tra i più bui e delicati della storia dell’Italia, quando la nostra Repubblica fu sul punto di essere travolta dalla lotta armata di terroristi di segno opposto e dall’influenza di paesi stranieri”.

L’incontro sarà preceduto dal saluto del Dirigente Scolastico dott. Andrea Roncone e dalla presentazione del prof. Osvaldo Buonaccino d’Addiego, docente di storia nelle classi del triennio.

Roberto Riccardi ha con Turi un legame affettivo molto speciale, in quanto pronipote dell’illustre Dott. Guglielmo de Donato (1820-1898), medico e uomo di scienza, figura centrale in campo sanitario della lotta all’epidemia di colera che colpì Turi nel 1867, rimasta l’epidemia più grave della storia del paese.

L’evento culturale, è organizzato dal turese Stefano de Carolis, sottufficiale dell’Arma dei Carabinieri e giornalista.

redazione

Stolfa Edilizia
Casa Serena Capurso

LASCIA UN COMMENTO