La compagnia Maniaci d’amore per Passi Comuni a Novoli e Ruffano (Le)

0
540

Sabato 17 a Novoli e domenica 18 febbraio a Ruffano prosegue, con un doppio appuntamento della compagnia torinese Maniaci D’Amore, l’articolato progetto “Passi comuni”, ideato e curato da Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo Teatro, vincitore del bando triennale per lo spettacolo dal vivo e le residenze teatrali della Regione Puglia, realizzato in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese e che coinvolgerà sino al 2019 i Comuni di Novoli, Campi Salentina, Trepuzzi e, in collaborazione con l’Associazione Kairos, Ruffano.


Sabato 17 febbraio
 (ore 21 – ingresso 10/8 euro) il Teatro Comunale di Novoli ospiterà “Il desiderio segreto dei fossili”, spettacolo scritto, diretto e interpretato da Francesco d’Amore e Luciana Maniaci
 e con David Meden, vincitore del Premio I Teatri del Sacro 2017. Nulla è mai accaduto a Petronia. Gli abitanti sono 73, da sempre. Nessuno nasce e nessuno muore, perché nel paese di pietra non c’è acqua dunque non c’è vita.
 Pania da quando ha memoria aspetta un bambino che non partorirà mai. Sua sorella Amita, l’unica donna in paese rimasta sola, senza marito, spaiata, sogna di poter dar fine alle sue sofferenze, ma non potrà farlo mai. La sola occupazione concessa agli abitanti del paese è quella di guardare una serie tv, in onda da un’eternità. Un giorno però Amita, innamorata del protagonista, riesce, a furia di baci, a strapparlo dalla sua realtà e portarlo nella propria.
 Jhonny Water approda a Petronia. E’ un marinaio e porta con sé l’acqua. L’equilibrio del paese si inclina. La vita erompe. Ed è tutta colpa dello straniero venuto dal mare.  Intanto nell’altro mondo, quello ulteriore, della televisione, la vita invece è confluita via. Nulla accade più. La serie rischia di essere interrotta. Il tempo si è fermato. Con la loro usuale mistura di livida comicità e spessore poetico, i Maniaci d’Amore firmano un testo divertente, lieve e durissimo. Una riflessione sulla paura del diverso, della vita e del divino, ispirato dai testi di Florenskij, di Genet e di Pirandello.Info e prenotazioni 3277372824 – 3403129308 – 3403769613 –  3200119048 – teatrocomunaledinovoli@gmail.com

Domenica 18 febbraio
 (ore 20 – ingresso 10/8 euro) al Teatro Paisiello di Ruffano, in collaborazione con l’Associazione Kairos, in scena “Il nostro amore schifo”, una produzione Nidodiragno, di e con Francesco d’Amore e Luciana Maniaci, un’indagine arguta e umoristica sul sentimento intricato della gioventù, sezionato e fatto a pezzi da due figli del nostro tempo, ingenui e insieme spietati. È uno spettacolo di parola, una storia di non-amore durata tutta una vita e condensata nel giro di un’ora, tra momenti sublimi e cadute umilianti. Una guida illustrata della prima esperienza sentimentale, letta come rito di passaggio obbligato prima di consacrarsi alla tiepidezza e alla stabilità dell’età adulta. Lo spettacolo ha debuttato nel 2009, rivelando il talento drammaturgico della compagnia Maniaci d’Amore e da allora non smette di girare l’Italia. La forza di “Il nostro amore schifo” è nel testo, in questo gioco di compiere una carrellata velocissima su una storia lunga, sorprendente, piena di alti e bassi. Ogni scena è un’istantanea della loro parabola. Lo strumento che la scatta è la comicità corrosiva, surreale, il lento svelarsi di quell’ironia atroce che è nascosta sotto ogni storia d’amore troppo chiassosa per essere pura. L’essenzialità delle scene e la rigorosa macchina drammaturgica sono così al servizio di uno spettacolo amaro e divertente incentrato su due personaggi profondamente contemporanei, disillusi, inetti, cattivi e irresponsabili. Una parabola sull’amore al tempo del mondo liquido e della fine di ogni certezza, che regala da cinque anni risate nere, commozione e motivi di riflessioni a un vasto pubblico di appassionati spettatori. Info e prenotazioni 3282233833 – luigicossa@libero.it

Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub

redazione

LASCIA UN COMMENTO